La storia più bella di sempre è custodita nel nostro cielo

Di miti e leggende è fatto il nostro cielo. E la Via Lattea conserva la storia più bella di sempre

Esistono luoghi nel mondo che ci fanno innamorare, basta infatti uno sguardo per far vibrare il cuore e mettere in discussione tutto ciò che fino a quel momento conoscevamo. Destinazioni suggestive ricche di fascino, storie, miti e leggende che affondano le radici in epoche lontanissime, e che ci fanno sognare, ogni volta.

Quello che non tutti sanno però, è che, è il nostro cielo a custodire una delle storie più belle di sempre, quella che riguarda la Via Lattea, la galassia a cui appartiene il nostro sistema solare.

Lei è la galassia per eccellenza e a dirlo è il suo nome, il termine infatti deriva dal greco galaxias, latteo, parola utilizzata per descriverla. Nell’astronomia, la Via Lattea è quella banda luminosa biancastra, caratterizzata da un aspetto lattiginoso, e che attraversa diagonalmente la sfera celeste.

La galassia nostrana, formata da stelle e da nebulosità, è brillante, come null’altro al mondo e basta solamente una sera limpida e particolarmente buia per osservarla, e avere la sensazione di toccare il cielo con un dito.

Nel corso dei secoli, molti miti e leggende sono sorti attorno alla meraviglia celeste per spiegare l’origine della Via Lattea: dal Gange etereo dell’India alle convinzioni di Democrito e degli astronomi arabi che la immaginavano come una scia di stelle lontane; fu riconosciuta come tale poi da Galileo Galilei e, in seguito, da studiosi e filosofi come Kant, Herschel e Lord Rosse.

Ma è nella mitologia classica che possiamo trovare la storia più bella e affascinante di tutti i tempi, ed è quella che vede la formazione della Via Lattea dalle gocce di latte fuoriuscito dal seno di Era mentre allattava Eracle, l’eroe semidio della mitologia greca, figlio di Zeus. La leggenda vuole che il padre degli dèi, attaccò al seno di Era, mentre dormiva, suo figlio, avuto con la mortale Alcmena, per donargli l’immortalità.

Eracle però, strinse il seno della dea con troppa forza, svegliandola e facendo rovesciare parte del latte verso il cielo, creando così quella che oggi conosciamo come la Via Lattea. Da quel momento, quella striscia luminosa divenne la strada degli dei utilizzata per raggiungere il palazzo del re e della regina.

Via Lattea

Via Lattea in Namibia – Fonte iStock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La storia più bella di sempre è custodita nel nostro cielo