Franciacorta: itinerario alla scoperta del territorio

Alla scoperta del territorio della Franciacorta, tra uno spumante e l'altro

Il territorio della Franciacorta si estende nella provincia di Brescia, in Lombardia, fino ad arrivare al punto meridionale del Lago d’Iseo. Le ipotesi sull’etimologia del nome si sprecano, anche se il nome riguarda comunque qualcosa che ha avuto a che fare con i francesi; nessuno però ne ha la certezza. Il territorio è per lo più collinare e un tempo anche ricco di boschi. Oggi è praticamente costellato di vigneti che producono oltre a diversi tipi di vino, il celebre spumante Franciacorta conosciuto in tutto il mondo.

Questa zona, oltre ad essere rinomata per la produzione di vino, è ricca di edifici storici da visitare, molte torri medievali e ville patrizie. L’Abbazia di San Nicola a Rodengo Saiano, è un imponente complesso monastico fondato nel X secolo dai cluniacensi. All’interno numerosi dipinti del ‘500 e del ‘600 di famosi artisti brescia, oltre ad un’antica erboristeria dove i monaci producono liquori a base di erbe. Nelle vicinanze si può visitare anche il Museo Agricolo del Vino con tutta una serie di oggetti e utensili utilizzati un tempo in campagna.

A Rovato esiste un enorme complesso del ‘400, il Convento dell’Annunciata sul Monte Orfano, una vera oasi di pace immersa nella natura. Nei pressi di Rovato merita di certo una visita il Castello di Bornato, ampliato nel 1275, un tempo punto d’incontro di mercanti e artisti. Gli amanti della natura non potranno fare a meno di ammirare le cascate di Monticelli Brusati, uno spettacolo naturale; sono molti anche i parchi, come quello della Santissima a Gussago e il Parco delle Colline. Tra i numerosi musei della zona troviamo quello di Arte Contemporanea e quello dell’Industria e del Lavoro.

Gli itinerari turistici in Franciacorta abbinano la storia medievale e il vino; le offerte che vengono proposte solitamente includono tappe di matrice enogastronomica presso le tante cantine della Franciacorta e una visita ai castelli o ai monasteri. Partendo da Brescia l’itinerario si snoda sulla Strada del Vino, lunga ben 80 km creata proprio per incentivare lo sviluppo di questo tipo di turismo, che va molto di moda negli ultimi anni.

Da non dimenticare la zona del Lago d’Iseo che offre la possibilità di noleggiare piccole barche per navigare sul lago. E’ una zona molto turistica, soprattutto d’estate con i mercatini all’aperto organizzati nei piccoli paesi di Paratico e a Iseo. A maggio con l’evento Cantine Aperte è possibile passare la giornata in giro per le cantine a degustare vino.

 

Franciacorta: itinerario alla scoperta del territorio