De Chirico in mostra a Spoleto

Fino al 5 giugno 2016 sarà possibile ammirare le opere di De Chirico a Spoleto

Nello splendido borgo medievale di Spoleto in Umbria, presso le sale del Palazzo Bufalini, sarà possibile visitare una mostra dedicata al grande artista metafisico Giorgio De Chirico, pittore e scrittore italiano vissuto dal 1888 al 1978. Questo artista fu il protagonista di spicco dell’arte metafisica italiana, anche se durante la sua carriera dipinse opere ispirate all’arte rinscimentale. L’esposizione sarà curata da Claudio Strinati ed è organizzata dal gruppo MetaMorfosi in collaborazione con il Comune di Spoleto.

Sarà possibile accedere alla mostra dal martedì alla domenica dalle ore 10.30 alle ore 13 e dalle 14.30 alle 18. Chiuso il lunedì. I biglietti, acquistabili anche online, hanno un costo di cinque euro per quelli interi e di tre euro per quelli ridotti. Per le scuole è previsto il ridotto su prenotazione a un euro. Sono state riunite ben 13 opere dell’artista, realizzate tra il 1948 e il 1976, due anni prima della sua morte. Questi capolavori riassumono le tematiche affrontate da De Chirico nella fase finale della sua carriera, donate per l’occasione dalla Fondazione Giorgio e Isa De Chirico, il cui presidente Paolo Picozza presenzierà alla mostra stessa.

Durante un soggiorno a Spoleto sarà possibile visitare il famoso ponte delle Torri da cui si può ammirare uno splendido panorama del paesaggio circostante. Si tratta di un ponte acquedotto di probabile origine romana, al di sopra del torrente Tessino. Ai lati è possibile vedere le due fortezze, la Rocca Albornoziana e il Fortilizio dei Mulini. Il ponte è attraversabile a piedi in tutta la sua lunghezza di 230 metri a un’altezza di 80. Nel cuore di questa cittadina umbra è possibile visitare il Duomo e la Rocca. vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

La Cattedrale di Santa Maria Assunta risale al 1151 e al suo interno potrete ammirare un ciclo di affreschi di Filippo Lippi. La facciata del duomo è a capanna con un portico frontale in stile rinascimentale. Gli arredi e i decori sono un tipico esempio di arte barocca italiana. La Rocca è una fortezza costruita in cima al colle Sant’Elia e fu edificata per volere di Papa Innocenzo VI intorno al 1363, e oggi è ben conservata e aperta al pubblico.

Non è possibile trascorrere una giornata a Spoleto senza fermarsi in uno dei tanti ristorantini tipici sparsi per il borgo e nei dintorni, dove assaggiare qualche piatto tipico della cucina umbra, come gli strangozzi al tartufo accompagnati da un bicchiere di Sagrantino di Montefalco.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

De Chirico in mostra a Spoleto