Zagabria, città d’arte e cultura, ma anche divertimento

Dai monumenti delle Città alta e bassa ai ponti che la attraversano: cosa vedere nella Capitale della Croazia

Parlando di Zagabria non si può certo prescindere dal ricordare la sua tumultuosa storia. La città deve la sua espansione urbanistica alle vicende dei Grandi conflitti mondiali che la portano a diventare una delle sei Repubbliche federali della Jugoslavia e, dal 1991 in poi, la Repubblica Croata Indipendente. E’ da qui che si espandende oltre il fiume Sava, confine virtuale tra la città vecchia e la città nuova, collegate da ben dodici ponti.

Si parte alla scoperta di questa incantevole città partendo dalla Città alta, la zona più antica, in un susseguirsi di monumenti e musei che ne raccontano la vita. Piazza Bano Josip Jelacic ne è il fulcro vitale. Dirigendovi verso via Radiceva passerete per piazza San Marco dove l’omonima Chiesa risalta per il tetto di mattonelle che raffigurano gli stemmi croati.

Tra gli altri must ecco il Palazzo del Bano, tipicamente barocco, oggi sede del Governo, ma anche il Dverce, la torre Lotrscak e il romantico panorama da godersi su viale Strossmayer
ricca di parchi e di spazi verdi. Per gli amanti dei musei, da non perdere quello dell’arte naif o il Museo d’arte contemporanea.

Simbolo della città è senza dubbio la Cattedrale dell’Assunzione della Beata Vergine Maria che racchiude un mix di stili architettonici, con due guglie altissime che si vedono da ogni angolo della città: un sapore gotico stemperato dagli affreschi interni del XV secolo.

Tra Kaptol e Gradec non mancherà una visita della Città bassa, la cui via più famosa – nonché tra le più lunghe di Zagabria – si snoda per ben 6 chilometri, con numeorosi negozi, uffici e centri culturali. Forte vitalità quindi per la parte più moderna, dove regna piazza Nikola Šubić Zrinski con le sue numerose aree verdi e, se sarete fortunati, potrete godervi già dalla primavera i tipici padiglioni musicali, per una promenade di tutto relax.

Ricca di edifici da ammirare Piazza Marulic è dominata dell’imponente Archivio Statale Croato non tralasciando però la famosa piazza Re Tomislav. Tra i luoghi da visitare vale la pena fare tappa in piazza Maresciallo Tito, culla culturale della città.

Zagabria non è solo monumenti. Numerosi in città sono i casinò, se amate il genere, ma per chi preferisce serate fuori ma tranquille c’è tutta una serie di tipiche botteghe di caffè e locali per aperitivi a Trg bana J. Jelačića, dove si possono trovare anche club di musica jazz o swing e discoteche per i più giovani. Dal 20 maggio 2016 Zagabria sarà collegata con voli diretti da Milano tre volte alla settimana.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Zagabria, città d’arte e cultura, ma anche divertimento