Lungo la pista ciclabile del Danubio

Quali sono le tappe principali della pista ciclabile più più frequentata d'Europa. Un itinerario che dura una settimana

La pista ciclabile più famosa al mondo segue il corso del Danubio, dalla sorgente alla foce: il tratto più noto è quello che parte da Passau e arriva a Vienna: tra vallate, cittadine e monumenti storici. Il percorso è quasi interamente ciclabile e asfaltato, non presenta particolari difficoltà. E’ adatto anche a chi ha poco allenamento fisico. Le giornate hanno tappe che variano dai 43 ai 63 km di lunghezza e ciascuna permette la visita a castelli, monasteri e centri storici importanti.
Partenza da Passau
Imperdibile la visita alla “città dei 3 fiumi”. Situata alla confluenza di Inn, Ilz e Danubio, Passau è una piccola Venezia, di particolare pregio il duomo con l’organo più grande del mondo e la fortezza Veste Oberhaus, da cui si gode una bella panoramica sulla città.
Prima giornata: Da Passau a Schlögen (43 km)
Nel primo tragitto si attraversano Engelhartszell, dominata dall’abbazia cistercense (1293) fino a Schlögen, dove il Danubio disegna una splendida ansa, rendendo questo tratto uno dei più pittoreschi di tutto il percorso.
Seconda giornata da Schlögen a Linz (60 km)
Superare Aschach ed Eferding, con il castello di Stahrenberg, la vallata del Danubio si restringe fino a Wilhering, dove si può visitare il monastero, vero gioiello di stile rococò. Raggiungere Linz: centro culturale e moderno. Da visitare il centro storico e la casa dove Mozart compose la Linzer Symphonie.
Terza giornata da Linz a Grein (63 km)
Arrivare a Enns, uno dei più antichi centri dell’Austria, con il cinquecentesco castello Ennsegg e i grandi palazzi rinascimentali. In alternativa percorrere la sponda Nord verso il memoriale del Lager di Mauthausen. Attraversare Mitterkirchen con il suo interessante museo all’aperto, e infine giungere a Grein, graziosa località di villeggiatura.
Quarta giornata: da Grein a Melk (52 km)
La valle del Danubio si restringe all’altezza dello Strudengau, dopo l’ampia spianata del Machland, il panorama torna ad essere più mosso. Pedalare ancora fino a Melk, nota per l’imponente abbazia benedettina. Sulla riva meridionale visitare il Museo della bicicletta nella cittadina di Ybbs.
Quinta giornata da Melk a Traismauer (54 km)
Proseguendo lungo il fiume, si attraversa la Wachau: tra colline coltivate a viti. Nei paesi che si incontrano fermarsi per degustare vini in una delle numerose cantine. Pedalare ancora fino al romantico paese di Duernstein, dominato dal castello.
Sesta giornata da Traismauer a Vienna (52 km)
Krems an der Donau, storica località vitivinicola, è una cittadina silenziosa sulla riva sinistra del Danubio. Da visitare il Museo della città del vino. Di fronte sorge la maestosa abbazia di Goettweig, fondata dagli Agostiniani nel 1074. Continuare fino a Tulln per una breve sosta prima di arrivare nella capitale, alle pendici del Wienerwald, il “bosco viennese”,  si attraversa Klosterneuburg con il suo pregevole complesso abbaziale, per fare l’ingresso a Vienna.

Guarda le altre piste ciclabili in Austria.

Lungo la pista ciclabile del Danubio