Il “Guardian” loda la Calabria: l’itinerario da percorrere in treno

Un itinerario che comincia da Reggio Calabria per poi chiudersi in Puglia: è il viaggio suggerito da un famoso giornalista del The Guardian

L’Italia continua ad affascinare turisti e giornalisti di tutto il mondo, attratti soprattutto dalle bellezze dei nostri borghi e dei nostri mari. Ultimo in ordine di tempo, il The Guardian.

Dopo il Time che consiglia l’Abruzzo, è ancora una volta la Calabria – già esaltata dal National Geographic – a finire al centro dell’attenzione. L’articolo, apparso sul The Guardian e scritto da Tim Parks, suggerisce un itinerario in treno. Un itinerario che, per la verità, non prevede una serrata tabella di marcia o destinazioni precise. È più che altro un viaggiare lento, pacato, che invita a fermarsi laddove gli occhi e il cuore vogliono.

Il Guardian loda la Calabria: l'itinerario da percorrere in treno

Il consiglio di Parks? Viaggiare leggeri, per poter girovagare a piedi nei luoghi in cui il treno si ferma. Leggeri nei vestiti, ma anche nella mente: senza prendersela per un ritardo, per un improvviso cambio di binario (che, in Italia, queste cose sono all’ordine del giorno). L’idea è quella di partire da Reggio Calabria, per seguire una routine giornaliera fatta più o meno così: colazione in hotel, passeggiata mattutina, nuotata, pranzo sul mare, treno a metà pomeriggio per pronotare – dalla poltrona – un posto a scelta, sbirciando sui social o sul web.

Il giornalista del The Guardian si è concentrato sulle tracce dei personaggi della storia e della letteratura: Melito di Porto Salvo dove Garibaldi sbarcò nel 1860 per dare inizio alla sua marcia verso Napoli, Brancaleone Marina dove fu spedito in esilio Cesare Pavese e dove le acque sono d’un blu incredibile e le spiagge bianchissime.

Calabria

Da qui, si procede verso Crotone: il centro è un labirinto di vicoli stretti che si inerpicano su di una ripida collina conica, ciascuno fitto di biancheria stesa ad asciugare al sole e punteggiato da anziani che giocano a carte sull’uscio di casa, protetto da vecchie tende. In cima alla collina, a due passi dal Castello di Carlo V, vi è il Museo Archeologico Nazionale di Crotone, coi reperti d’epoca ellenica.

Il viaggio del The Guardian prosegue verso Conigliano Calabro, per poi dirigersi in Puglia: Taranto, Gallipoli, Santa Maria di Leuca, Brindisi. E, da qui, Otranto e Galliano del Capo. In un viaggio alla scoperta del Sud Italia, senza regole se non una: lasciare che, a guidarci, siano le emozioni.

Otranto

Il “Guardian” loda la Calabria: l’itinerario da perc...