Viaggio a Zara, la città millenaria della Croazia

Rovine romane e veneziane, grandi spiagge e la possibilità di organizzare indimenticabili escursioni nei dintorni: ecco cosa fare e vedere a Zara

In Croazia, sulla costa della Dalmazia, Zara è una località di mare ma è anche un luogo dall’antica storia. Un luogo famoso per le rovine romane e veneziane che disegnano il suo centro storico, a cominciare dal foro e fino al convento di Santa Maria.

Trascorrere le vacanze a Zara significa rilassarsi in spiaggia, dinnanzi a un mare cristallino. E poi passeggiare tra le rovine, organizzare escursioni tra le tante isole che la Dalmazia vanta, e poi dedicarsi al suo entroterra, tra trekking nei parchi e rafting sul fiume.

Ecco tutte ciò che di più bello si può fare e si può vedere qui.

Le spiagge più belle

Andare al mare a Zara permette di scegliere tra spiagge di sabbia e di ciottoli, spiagge con gli scogli e altre terrazzate. E poi spiagge coi giochi per i bambini, oppure ricche di attrezzature per gli sport acquatici, o ancora con locali aperti fino a tarda notte per aperitivi e feste dinnanzi al mare. Ma quali sono le più belle?

Le famiglie coi bambini ameranno la spiaggia Kolovare – una grande spiaggia a pagamento dinnanzi l’hotel Kolovare, circondata da una pineta con tanto di parco giochi – e la spiaggia Borik, anche questa a pagamento e vicino al Falkenstainer Hotel, caratterizzata da bei tratti di soffice sabbia, da scivoli e acquapark. Oppure la spiaggia Vitrenjak, col suo piccolo café per snack e bibite fresche.

C’è poi Punta Bajlo, a cui si arriva proseguendo la passeggiata lungo il mare sino al promontorio meridionale, nella zona di Arbanasi. Nei pressi della marina Uskok, Vitrenjak è accessibile anche ai disabili, mentre Puntamika è la spiaggia accanto al faro, ed è perfetta per fare il bagno con vista sui campanili della Città Vecchia.

Spiaggia di Borik, Zara

I resti di una storia antica

Tanti sono i monumenti che a Zara si possono ammirare. Il più importante? La chiesa di San Donato, uno dei più importanti monumenti bizantini della Dalmazia, costruito all’inizio dell’IX secolo sul selciato del foro romano. Edificio a pianta circolare realizzato su modello della Basilica di San Vitale di Ravenna, è il simbolo della città. Una visita qui è imprescindibile.

Tra le chiese di San Donato e di Santa Maria si estende l’area dell’antico foro romano, di cui rimangono pochi frammenti, mentre del sistema di 10 torri originariamente poste ai margini delle mura rimane solo la Torre del Capitano, costruita dai Veneziani per resistere agli attacchi dei Turchi.

Tra gli altri luoghi da visitare a Zara troviamo poi il Parco Regina Jelena Madije, il più antico della città, realizzato nel 1829 sulla cima del bastione Grimaldi, e Piazza del Popolo, il cuore della vita pubblica cittadina fin dal Rinascimento, costruita nel punto in cui sorgeva la “platea magna” o piazza grande medievale, laddove un tempo sorgevano la Loggia cittadina e la Chiesa di San Pietro, distrutte dalle autorità durante il dominio veneziano nel XV secolo.

Infine, piazza Bet Bunara, tra le Mura Medievali della città e il Bastione Grimani: qui si trovano 5 pozzi, allineati l’uno dietro l’altro e costruiti nel XVI secolo, quando i Veneziani aiutarono la città contro l’assedio turco costruendo una grande cisterna d’acqua con 5 pozzi ornamentali.

Città Vecchia, Zara

Escursioni in barca tra le isole della Dalmazia

Da Zara, si può partire in barca alla volta delle isole di Ugljan e Pašman, le due perle del Mar Adriatico. La prima è interamente coperta da sempreverdi e da ulivi che – da oltre 2000 anni – producono un olio dal sapore straordinario; la seconda, collegata a Ugljan tramite il passaggio Zdrelac, vanta il tratto più limpido dell’intero Mar Adriatico, grazie alla corrente marina che cambia ogni sei ore.

Oppure, è possibile navigare alla volta dell‘Isola Lunga, che ospita la spiaggia più bella di questo tratto di mare (la spiaggia Sharun), o verso l’arcipelago Kornati, a sud di Zara: il suo omonimo parco nazionale comprende 109 isole, e regala un paesaggio da favola.

Isola Lunga

I parchi di Paklenica, Velebit e del Lago di Vrana

Zara è il luogo perfetto (anche) per gli amanti della natura. Il Parco Nazionale Paklenica, poco distante dalla città, vanta due spettacolari canyon; la parte più affascinante è l’area vicina al torrente, che si raggiunge camminando controcorrente da Anica Luka.

Un panorama del tutto diverso lo offre il Velebit, col suo fascino selvaggio: il più giovane parco nazionale della Croazia, fondato nel 1999, si sviluppa nella zona settentrionale del Velebit, la più grande catena montuosa del Paese e offre un complesso mosaico di specie vegetali, animali e fungine.

Infine il lago di Vrana, nell’isola di Cherso. Circondato da monti alti sino a 400 metri, è un patrimonio osservatorio ornitologico e – per proteggerlo – è stato vietato alla balneazione e alle escursioni in barca.

Lago di Vrana

Rafting sul fiume Zrmanja

Chi è in cerca di adrenalina, da Zara può regalarsi un’esperienza di rafting sul fiume Zrmanja, considerato uno dei più bei fiumi d’Europa. Sito nell’omonima cittadina, attraversa per 69 km l’area carsica di Velebit, creando canyon dall’aspetto straordinario.

Qui è possibile sperimentare la potenza dell’acqua, attraversando un panorama selvaggio e divertendosi tra piccoli e grandi salti.

Come arrivare a Zara in Croazia

Zara può essere raggiunta attraversando in auto la Slovenia, e passando dalla frontiera di Rupa; dal confine sloveno, la strada più veloce è l’autostrada croata: l’uscita è Zara I, a 15 km dalla città.

Collegato via autobus alle più grandi città della Croazia, alla Germania e alla Bosnia, Zara ha anche un piccolo e moderno aeroporto, a 9 km dal centro e raggiungibile da molte città europee per mezzo di voli low cost.

Viaggio a Zara, la città millenaria della Croazia