Magnetica Stoccolma: 5 cose da fare per scoprirla

Angoli di mondo indimenticabili, arte e cultura ad ogni passo, dolci profumati. Tutte le bellezze che vi attendono nella capitale svedese

Magica e ipnotica Stoccolma. La capitale svedese è una meta da weekend imperdibile se si amano l’arte e la cultura. Per guidarvi tra le tantissime meraviglie della città, vi indicheremo di seguito cinque attività must da fare qui.

Esplorare Gamla Stan

La città vecchia è una delle zone più interessanti di Stoccolma da esplorare a piedi o in bicicletta, con strette viuzze acciottolate che si aprono davanti a bellissime chiese e siti storici. Qui si respira un’atmosfera da fiaba: case alte e strette dipinte di giallo, rosso e arancione e strade anguste dove si rischia di scivolare sui ciottoli levigati dal passaggio delle carrozze di un tempo e dalle impronte lasciate lasciate da migliaia di persone.

Oggi Gamla Stan conta circa 3.000 residenti e una moltitudine di caffetterie, ristoranti, negozi di souvenir, laboratori artistici, gallerie e musei tra cui: il Museo Nobel, il Museo della posta e la zecca Reale all’interno del Museo nazionale dell’economia. E pensare che un tempo, a cavallo tra ’800 e ‘900, il quartiere era considerato pericoloso e malfamato a differenza di oggi, che si presenta come una delle zone residenziali più ambite.

Visitare il museo Vasa

È il museo più visitato in tutta la Scandinavia. Vasa è un vascello unico al mondo (la sola nave da guerra a vela rimasta) e ha ispirato i film della saga “Pirati dei Caraibi”. Fu costruito nel 1625 per ordine del re di Svezia. Il re voleva una nave che facesse davvero paura ai suoi nemici: chiunque avrebbe dovuto temere la grande ammiraglia, la nave da guerra perfetta, e ordinò così la costruzione di un vascello che fosse unico al mondo. Tre anni e mezzo dopo, la grande nave Vasa salpò da Stoccolma per il suo viaggio inaugurale. Ma, dopo soli 1300 metri, affondò.

I secoli passarono fino a che, nel 1956, un archeologo dilettante, affascinato dalla storia del vascello, lo riscoprí adagiato sul fondo del mare circa 32 metri sotto la superficie dell’acqua. Se avete poco tempo, il Museo Vasa è sicuramente una delle cose da vedere a Stoccolma. La grande particolarità del vascello sta nel fatto che sia rimasto intatto per più di 300 anni in fondo al mare.

Ammirare il castello di Drottningholm

Il Castello di Drottningholm è la residenza della famiglia reale svedese, si ispira alla reggia di Versailles ed è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità nel 1991 insieme al grande parco che lo fiancheggia. La visita non si limita al solo edificio reale, bensì include i giardini e le varie strutture che ne fanno parte.

Una delle strutture più belle del parco reale è il Padiglione Cinese, un gazebo settecentesco che si ispira allo stile cinese prediletto dai nobili europei del tempo. Questo padiglione fu costruito come sorpresa di compleanno per Lovisa Ulrika, la regina consorte di quegli anni. Parlando di Lovisa Ulrika, un’altra splendida struttura che le dobbiamo è il Teatro di Corte, la cui costruzione venne ordinata proprio dalla regina. Il teatro mantiene all’interno il suo stato originale con decorazioni e macchinari antichi, ed è oggi il luogo in cui si esibisce la Compagnia Svedese dell’Opera.

Mangiare una kanelbulle

La kanelbulle è la regina della pausa caffé svedese. Si conta che ogni svedese ne mangi diverse centinaia durante l’anno. Si tratta di una girella di pasta, cotta al forno e farcita con zucchero, burro e cannella, da gustare a colazione o come dessert. Dove mangiarla? È presto detto: in una delle innumerevoli caffetterie di Stoccolma. Gli svedesi impazziscono per il rito del caffè, “fika”, e i caffè caratteristici ed originali non mancano. Un nome? La caffetteria Vetekatten è assolutamente la migliore delle caffetterie a Stoccolma, praticamente un’istituzione, in perfetto stile svedese. Piccole e accoglienti stanze si susseguono come in un labirinto. Immancabili i dolci della nonna appena sfornati, preparati con ingredienti di prima qualità.

Prendere il Tunnelbana

La metropolitana di Stoccolma non è un semplice mezzo di trasporto. Le sue gallerie sono tra le più artistiche e belle del mondo, e sono così particolari e originali da meritare un vero e proprio tour. Tutto nasce negli Anni ’50 ad opera delle due artiste che presentarono una mozione per un’arte accessibile a tutti. Il consiglio cittadino la approvò e il risultato fu che, i 110 km della rete sotterranea, vennero decorati da artisti di tutta Europa con dipinti, mosaici e installazioni. 

Le fermate su cui soffermarsi sono tante: ad esempio Kungsträdgården, che ha al suo interno addirittura un sito archeologico ed è tutta decorata con geometrie rosse, bianche e nere che colpiscono e rimangono impresse. Kungsträdgården significa poeticamente “giardino del re”, e in effetti in superficie sbucate direttamente all’omonimo parco, uno dei fulcri della vita cittadina.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Magnetica Stoccolma: 5 cose da fare per scoprirla