Boston, 5 cose da non perdere di questa città simbolo

Siamo nel cuore degli Stati Uniti e la ricchezza di storia e luoghi iconici di questa città ce lo conferma. Ecco cosa non farvi sfuggire

Boston è una delle città più iconiche degli Stati Uniti. Racchiude in sé tutta la storia più antica di questo continente e ha un’impronta del tutto originale, che lascia il segno. Se avete in programma una puntata in questa bella città, ecco qualche spunto per non perdervi il meglio.

Visitare la Old State House

Ex sede dell’assemblea legislativa del Massachusetts, la Old State House è il più antico edificio pubblico di Boston, oltre che il simbolo dell’indipendenza americana: dal suo balcone fu letta per la prima volta la Dichiarazione di Indipendenza. Attualmente, all’interno, si trova il museo che racconta come si è sviluppata la città al tempo dei coloni, ma soprattutto l’importanza che ha rivestito l’edificio nei fatti storici come il Massacro di Boston.

Ammirare la statua di George Washington

È il più grande esempio scultoreo della città, risalente al 1869: la statua di George Washington si trova nel giardino pubblico di Boston, il più vecchio spazio verde negli Stati Uniti in cui è sempre bellissimo passeggiare o correre nella natura, in tutto relax tra, alberi, fiori e scoiattoli.

Scoprire il Bunker Hill Monument

Un obelisco interamente in granito eretto per commemorare la battaglia del 1775. Il Bunker Hill Monument è alto 67 metri ed è stato costruito tra il 1825 e il 1843 a Charlestown con il granito del vicino Quincy, che venne trasportato di proposito sul sito attraverso la ferrovia.

Dentro l’obelisco ci sono 294 gradini che salgono verso il cielo. Alla fine del XIX secolo, accanto al monumento è stata costruita una piccola casetta per mostre che ospita una statua dell’eroe caduto, il Dr. Joseph Warren. Il Bunker Hill è uno dei siti lungo il Freedom Trail, il percorso caratteristico che attraversa la città di Boston e fa parte del Boston Historical Historical Park.

Mangiare le aragoste

Esistono posti negli Stati Uniti in cui il pesce prende il posto degli hamburger e delle patatine fritte e Boston, è uno di questi. Nella capitale del Massachusetts troverete ottimi piatti marinari. I piatti tipici di questa zona sono principalmente a base di crostacei specialmente aragoste.

Il pesce viene pescato nelle coste del New England e del Maine. Meritano un assaggio, oltre ai gustosi crostacei, le zuppe di molluschi e i piatti di merluzzo. Se amate questo tipo di cucina non perdetevi la sagra gastronomica che si tiene il 4 luglio, nel giorno dell’Indipendenza, la Boston Chowder Fest: in questa data i ristoranti della città servono circa 7 litri di zuppa di vongole del New England.

Passeggiare al Boston Common

Un grande polmone aperto che lascia a bocca aperta in ogni stagione dell’anno, posto in una zona centrale e strategica per visitare la città e facilmente raggiungibile dai mezzi pubblici: il Boston Common è il più antico parco pubblico d’America e a renderlo celebre, oltre alla storia, sono le attrazioni che lo circondano.

Qui i passatempi non mancano: potrete pattinare in inverno, prendere il sole vicino al lago d’estate o passeggiare e far divertire i bambini sulla giostra in primavera e autunno. Dal Boston Common, inoltre, parte anche il Freedom Trail, percorso di quattro chilometri identificabile grazie alla strada lastricata di mattoncini rossi che unisce il Boston Common al Bunker Hill Monument passando per i monumenti e i siti storici più interessanti di Boston.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Boston, 5 cose da non perdere di questa città simbolo