Fantastica Puglia: 5 cose da non farsi sfuggire

Mare, storia, natura e gastronomia. Un viaggio in una terra così non si scorda mai e le meraviglie sono sempre dietro l'angolo

Tutti sanno quanto siano incantevoli i luoghi simbolo della Puglia, tra mare cristallino, scogliere mozzafiato e cibo da far perdere la testa. Noi abbiamo ripreso alcuni classici regalandovi anche qualche curiosità in più, utile a organizzare il vostro viaggio. Ecco cinque cose che non potete proprio farvi sfuggire!

Visitare Monopoli

La città, affacciata sull’Adriatico, è uno dei porti più attivi dell’intera regione. Caratterizzata da un magnifico centro storico dai connotati tipici del periodo alto-medievale, Monopoli è circondata dalle mura. A quanto pare, in passato fu una imponente fortezza messapica, posta nei pressi del confine della Peucezia.

Visitare Monopoli può rivelarsi una splendida esperienza, sebbene la città non rientri nel classico circuito turistico. È anzi il luogo perfetto per respirare l’atmosfera della vera Puglia, quella più tranquilla e autentica. Ci sono bellissime spiagge davvero suggestive, dalle quali si possono ammirare tramonti da mozzare il fiato. Una di queste è Capitolo, animata anche da una vivace vita notturna.

Tuffarsi a Polignano

Celebre località turistica, Polignano è un paese che si affaccia sul mare dall’altopiano roccioso su cui sorge, e offre una vista incredibile. La sua costa frastagliata è caratterizzata da tante piccole calette strette e profonde, conosciute con il nome di “lame”. Una di queste è la Lama Monachile, che annualmente ospita la Red Bull Cliff Diving, una gara di tuffi estremi.

È infatti, questo, un luogo perfetto per chi ama tuffarsi: le sue scogliere regalano emozioni adrenaliniche, consigliate solo ai più coraggiosi. Le acque cristalline di Polignano sono pronte ad accogliere chi avrà l’ardire di gettarsi tra le sue braccia.

Andare ad Alberobello

Con i suoi caratteristici trulli, Alberobello è diventata una delle cittadine più famose al mondo. Sono piccole abitazioni costruite a secco in pietra calcarea, una tecnica che ha radici addirittura nella preistoria e che si è mantenuta uno spazio nella tradizione pugliese sino ad oggi. I trulli sono ampiamente presenti in tutta la regione, ma il centro storico di Alberobello ne è particolarmente ricco.

Divenuti patrimonio dell’Unesco nel 1996, questi splendidi edifici sono non solo bellissimi da visitare, ma anche da vivere. Molti di loro sono infatti stati convertiti in strutture ricettive, così da poter offrire ai turisti un’esperienza da sogno.

Mangiare le orecchiette

Se dobbiamo pensare ad un piatto tipico pugliese, la nostra mente vola subito alle orecchiette. Ci sono molte ricette per gustare questa tradizionale bontà tutta italiana: la più conosciuta è quella barese, che prevede la cottura delle orecchiette con le cime di rapa. Possono però venire utilizzate altre verdure come i cavolfiori e i broccoli, per donare al piatto un sapore originale.

Ogni zona, poi, ha la sua ricetta tipica. Nel Salento, ad esempio, è molto diffusa la variante delle orecchiette al sugo di pomodoro con ricotta di pecora. Non resta che assaggiarle tutte e decretare qual è la versione migliore!

Visitare le saline

Le saline di Margherita di Savoia occupano circa 20 km di costa e sono tra le più grandi e famose in Europa. I terreni su cui sorgono sono molto ricchi di sale e possiedono un notevole interesse naturalistico, grazie alla loro biodiversità. Costituiscono infatti il perfetto habitat naturale di numerose specie vegetali e animali.

Qui possiamo trovare il Salicornieto, una formazione vegetale caratteristica di questi luoghi. E sempre nelle saline possiamo ammirare tantissime specie di uccelli – come il gabbiano corallino e il fenicottero rosa – che decidono di passarvi il loro inverno.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fantastica Puglia: 5 cose da non farsi sfuggire