Fenicotteri, ecco dove puoi vederli in Italia

Durante i mesi estivi questi uccelli sostano in molte aree del nostro Paese e potete ammirarli nel loro habitat

Nell’estate 2017 il fenicottero è stato l’animale più “fashion”, il soggetto più riprodotto su capi d’abbigliamento e articoli da spiaggia. Ma in realtà questo splendido uccello non passa mai di moda, e per ammirarlo non serve andare in qualche meta esotica. Durante l’estate potete osservarlo in molte aree protette e parchi naturali italiani.

Il nostro Paese è infatti uno dei luoghi di sosta prediletti dai fenicotteri che si preparano a migrare in autunno verso le coste dell’Africa. La popolazione che vive in Francia, nella regione della Camargue, fa tappa in Italia nei mesi primaverili ed estivi, prima della migrazione che solitamente avviene con l’inizio dell’autunno e si protrae fino all’inizio dell’inverno. Quale occasione migliore allora per vedere questi uccelli dall’inconfondibile piumaggio rosa?

Per gli appassionati birdwatchers le regioni migliori in cui avvistare i fenicotteri sono la Sardegna e la Sicilia. In alcune aree non sostano soltanto nei mesi estivi, ma formano una popolazione stanziale per tutto l’anno. Ad esempio nel Cagliaritano, nello stagno di Santa Gilla, hanno trovato un ambiente ideale in cui vivere e riprodursi, grazie alla presenza dell’Artemia salina, il crostaceo di cui si nutrono i fenicotteri e grazie al quale hanno questa particolare colorazione rosa con sfumature rosse. Sempre in provincia di Cagliari potete ammirarli nello stagno di Molentargius, mentre nell’area di Oristano ce ne sono in abbondanza nello stagno di Cabras, la laguna di Mistras, lo stagno di Santa Giusta, lo stagno di S’Ena Arrubia, lo stagno di Sale’e Porcus e lo stagno di Pauli’è Sali.

In Sicilia il luogo migliore in cui ammirarli è la provincia di Siracusa, e in particolare la riserva naturale delle Saline di Priolo, unico sito di nidificazione dei fenicotteri nell’isola, oppure l’oasi faunistica di Vendicari, tra Noto e Marzamemi.

Al Sud potete avvistarli anche in Calabria, nell’oasi naturale del Pantano di Saline Joniche, a Montebello Jonico (Reggio Calabria), mentre in Campania sostano di frequente nelle aree umide della provincia di Caserta, in particolare nel Lago Patria.

Anche nel Centro Italia ci sono mete predilette dai fenicotteri, che si trovano in alcune aree umide della Toscana e del Lazio. Nell’Alta Maremma sono una presenza fissa ogni anno nella riserva naturale Diaccia Botrona, tra Castiglione della Pescaia e Grosseto, o nell’Oasi WWf Padule Orti-Bottagone, nel comune di Piombino (Livorno). Nel Lazio invece si trovano alle Saline di Tarquinia.

Se invece volete vedere i fenicotteri nel loro habitat nel Nord Italia, dovete andare verso la costa adriatica. La popolazione maggiore si trova nel Parco del Delta del Po e Valli di Comacchio, dove nidificano abitualmente, oltre alla riserva naturale Salina di Cervia. Diversi gruppi di fenicotteri vengono avvistati anche in Veneto, nella Palude della Rosa, sull’Isola di Torcello, a Nord di Venezia.

Fenicotteri, ecco dove puoi vederli in Italia