Viaggi sostenibili, come farli spendendo poco

Viaggiare nel rispetto dell'ambiente e delle bellezze del posto si può, anche senza dover spendere una fortuna: ecco alcuni consigli utili

Viaggiare in modo sostenibile, nel rispetto dell’ambiente e delle popolazioni delle destinazioni verso cui si è diretti, è diventata un’esigenza sempre più condivisa. Ma è possibile farlo con un budget limitato? La risposta è sì, e questo e non deve necessariamente comportare pernottamenti in tenda, autostop o il rischio di essere mangiati vivi dalle zanzare. Ecco alcuni consigli su come diventare turisti ‘eco-friendly’ senza dover spendere una fortuna.

Scegliere di spostarsi in modo sostenibile

In termini di impatto ambientale, il treno è di sicuro l’opzione più sostenibile rispetto a un viaggio in aereo o in macchina, ed è inoltre più economico rispetto al noleggio di un’auto, anche per famiglie o gruppi di amici, grazie alle offerte proposte da alcune compagnie ferroviarie. Non è, infatti, un segreto che più voliamo più immettiamo anidride carbonica nell’atmosfera.

Tuttavia, alcune compagnie aeree – tra cui la low cost easyJet – si stanno impegnando per compensare le loro emissioni nocive con azioni a favore del clima, supportando progetti che contrastano la deforestazione, promuovendo la piantumazione di alberi o la produzione di energia rinnovabile. Ryanair, ad esempio, ha invitato i propri clienti a raddoppiare il loro contributo volontario di compensazione delle emissioni di CO2 da 1 a 2 euro.

Partire leggeri e restare più a lungo

Sapevate che più pesante è il bagaglio, più carburante è necessario per far volare l’aereo? Anche qualcosa come un computer portatile, moltiplicato per il numero di passeggeri, influisce sul peso totale del velivolo. Pertanto, una delle cose migliori che si possono fare per ridurre le emissioni di anidride carbonica è quella di mettere in valigia il minimo indispensabile. Senza contare che, con un bagaglio più leggero, si può viaggiare con più facilità a bordo dei mezzi pubblici, di sicuro più ecologici e meno dispendiosi di una corsa in taxi, specialmente se si è da soli e non si possono dividere le spese.

Un altro modo di viaggiare in maniera sostenibile spendendo poco è quello di rimanere il più a lungo possibile nella destinazione prescelta. Una vacanza prolungata, rispetto a una visita mordi e fuggi, contribuisce a ridurre l’impatto ambientale e fa anche risparmiare, considerando che molti hotel o servizi di noleggio offrono spesso sconti e tariffe convenienti a chi si ferma più a lungo. Inoltre, si avrebbe l’occasione di scoprire gemme nascoste che possono sfuggire a una sosta fugace, e venire a contatto con la gente del posto e le sue tradizioni.

Optare per i viaggi di prossimità

Una delle opzioni migliori per viaggiare in modo sostenibile senza gravare troppo sulle nostre tasche è quello di scegliere una destinazione del nostro Belpaese, ricco di mete affascinanti, città d’arte e borghi inesplorati che vale la pena scoprire. In Italia, sono tante le destinazioni che stanno aprendo nuovi itinerari e sperimentando forme di turismo sostenibile. Ad esempio, la Sardegna, che ha finanziato progetti volti a far conoscere l’anima più autentica del territorio a passo lento, tra percorsi che svelano interessanti siti archeologici e parchi, monumenti, chiese e un patrimonio che va raccontato e protetto.

C’è poi l’alternativa più green ed economica di tutte, ossia quella di viaggiare in bicicletta o a piedi. E anche in questo caso, nel nostro Paese si è accontentati da Nord a Sud, tra Cammini di incredibile bellezza e percorsi cicloturistici memorabili. Il turismo di prossimità resta, ad ogni modo, in pole position, e sono tantissimi i viaggiatori che nel 2022 continueranno ad andare alla scoperta delle bellezze tutte italiane. Una scelta che fa bene sia alla salute dell’ambiente che a quella delle nostre finanze.