Sagre estive: guida d’Italia dal 1° al 15 agosto

Dalla Sagra de la Sciuscella alla Passeggiata con l'Oco: da nord a sud ce n'è per tutti i gusti

Agosto è alle porte e, oltre alle moltissime possibili mete per le vacanze al mare o in montagna, l’Italia offre svariate soluzioni per chi ama le sagre. Da nord a sud, da quelle più tradizionali a quelle innovative, per chi ama la carne e chi vuole riscoprire i cibi più poveri, ecco alcune stuzzicanti proposte sparse per tutto il territorio nazionale. Tutte in programma entro ferragosto.

Si parte già il 1°, con la Sagra della Cuccia a Palazzo Adriano (PA), dove potrete assaggiare un alimento tradizionale a base di fave, ceci e grano, condito con vino cotto. Se siete a caccia di cinghiale toscano, invece, dal 3 agosto potete scegliere tra la Maremma e la Valleriana: a Massa Marittima (GR) c’è infatti la Festa dei Cinghialai, a Pietrabuona (PT) la Sagra del Cinghiale. Entrambe partono lo stesso giorno, il medesimo in cui molti km più a nord prende il via la PorchetFest: sempre carne suina, ma con l’incantevole panorama del Lago d’Endine. La località è Monasterolo del Castello (BG), dove si festeggerà dal 3 al 7. Più tradizionale la Sagra del Capù: un involtino di verza, pancetta e verdure varie servito con polenta bergamasca. Si celebra a Parre (BG) il 3-5 agosto.

In Calabria sarà invece da segnare sul calendario il 4, giorno della Sagra da Pitta Chjina a San Costantino Calabro (VV) e della Sagra della Struncatura a Palmi (RC). Il 6 invece si terrà la quarantesima edizione della Sagra da Sujaca a Caria (VV). Si tratta di tre piatti poveri e tradizionali, i primi due insaporiti dalle acciughe, l’ultimo dalla salsiccia (“sujaca”).

Per il 6 agosto ci sono anche due appuntamenti in Salento in onore alle tradizioni locali: a Patù (LE) si tiene la Sagra de la Sciuscella (piatto povero a base di uova, formaggio, prezzemolo e pangrattato), a Ugento (LE) si terrà invece la Sagra te cose noscie. Pizzica, taranta e piatti tipici (pittule, pucce farcite, spumoni) per una festa che durerà fino al 7.

Una terra di grandi carni e strepitosi formaggi come l’Emilia-Romagna, ad agosto celebra i prodotti del mare: il 3-5 agosto a Soragna (PR) c’è la Festa del pesce, il 14 agosto a Cesenatico (FO) la Grande rustida dei pescatori, che cucinano ciò che loro stessi hanno trovato nelle profondità del Mare Adriatico. A San Carlo (FE), invece, il 9 agosto parte la Sagra della zucca e del suo cappellaccio, un prodotto forse più tradizionalmente associato a questa zona d’Italia.

Un’altra zona di grandi tradizioni culinarie come la Campania offre solo l’imbarazzo della scelta: per chi cerca i sapori di un tempo ci sono la Sagra dei Sapori Contadini, dal 3 al 7 agosto a Montecorvino (SA), e la Sagra degli antichi sapori dal 12 al 18 agosto 2018 a Gioia Sannitica (CE), per i carnivori la Sagra della trippa e del prosciutto, dal 10 al 13 agosto a Castel San Giorgio (SA), per i vegetariani la Sagra del Fiore di zucca dal 8 al 10 agosto a San Rufo (SA).

Chiusura in Veneto, precisamente a Castelvero, frazione di Vestenanova (VR) dove dal 10 al 13 agosto si tiene la Sagra paesana e Festa della birra. Stand enogastronomici, musica dal vivo e, domenica 12 pomeriggio, l’evento centrale dell’evento: la Passeggiata con l’Oco.

Sagre estive: guida d’Italia dal 1° al 15 agosto