Itinerario ad Agadir, la spiaggia del Marocco del sud

Cosa vedere ad Agadir, una splendida località turistica balneare nel Marocco Meridionale, sabbia dorata e antiche tradizioni per giorni di autentico relax.

Agadir è una bellissima località turistica del Marocco Meridionale, costruita in una piccola baia lungo la costa che si affaccia sull’Oceano Atlantico. Agadir è una città portuale marocchina molto apprezzata dai viaggiatori europei, anche per la sua particolare posizione geografica.
Agadir è delimitata dall’Oceano Atlantico a ovest, circondata da parchi naturali e aree verdi da nord a sud e si trova a poca distanza dal grande deserto del Sahara. Agadir è la meta ideale per una breve vacanza rilassante o come tappa di un itinerario più lungo alla scoperta dell’affascinante Marocco.
La principale attrazione di Agadir è la lunga e ampia spiaggia dorata. Negli ultimi anni il settore turistico si è notevolmente sviluppato, in città sono state costruite nuove strutture alberghiere per ospitare il flusso di visitatori in costante aumento e sono aumentati i servizi a disposizione dei turisti. Oggi il turismo, insieme alla pesca e alla lavorazione del pesce, è l’attività economica principale della regione.
La lunga spiaggia di sabbia dorata è una delle ricchezze di Agadir, una perla nel Marocco del Sud. La costa è bagnata dalle acque pulite dell’Oceano e ricca di venti che soffiano costantemente. La regione è una meta per gli amanti del surf che la visitano principalmente da novembre a marzo, Agadir, Tamragh, Aourir e Taghazout sono solo alcune delle località mete predilette dagli esperti e dai neofiti di questo affascinante sport acquatico. Durante tutto l’anno lungo la costa potrete trovare scuole e istruttori a vostra disposizione, sia per lezioni di base che per affinare la vostra tecnica.
La spiaggia di Agadir è il luogo ideale per una lunga passeggiata rilassante, chilometri di sabbia dorata sotto il sole caldo del Marocco; ma non vi preoccupate, la brezza marina vi accompagnerà rinfrescandovi e rendendo leggeri i vostri passi.
Dopo aver lungamente oziato sulla spiaggia ci si può lanciare alla scoperta della città di Agadir. Sulla collina a nord della città si trova Agadir Oufella, parte del più antico distretto di Agadir. La Kasbah, la tradizionale cittadella diffusa nel mondo arabo, fu costruita nel XVI secolo e poi restaurata nel corso del 1700. Sopravvissuta al terremoto del 1960, la fortezza è oggi un sito storico che regala un’incredibile vista panoramica sulla città e sulla costa.
Sull’arco d’ingresso l’iscrizione in arabo “Credere in Dio e rispettare il re” è una testimonianza degli antichi commerci tra la città e i paesi europei. A sud del Kasbah si trova la Marina di Agadir, il porto di una città è sempre un luogo affascinante e suggestivo da visitare. Tra ristoranti e negozi di souvenir potrete ammirare imbarcazioni moderne e tradizionali; inoltre potrete valutare la possibilità di un’escursione in barca alla scoperta della costa marocchina.
Rientrando nel centro della città le famiglie con bambini non possono non visitare lo Zoo Vallée des Oiseaux, posto poco oltre la spiaggia lungo Boulevard du 20 Aout. La Valle degli uccelli è un luogo tranquillo dove sono ospitati volatili provenienti da ogni parte del mondo; inoltre sono anche presenti altri mammiferi esotici giunti dall’Australia e dall’America del Sud. Il parco è il luogo ideale per una pausa tranquilla e rilassante prima di immergervi nuovamente nella frenesia della vita marocchina.
Poco distante si trova il Musée de la culture Amazigh, una tappa dedicata alla scoperta o all’approfondimento della cultura berbera. Il museo ospita una collezione di reperti berberi risalenti al XVIII e al XIX secolo, da vedere gli antichi strumenti musicali berberi e gli abiti tradizionali.
Per conoscere meglio la storia recente di Agadir vi consigliamo la visita al Museo Memoire d’Agadir, posto lungo Avenue Président Kennedy presso il Jardin d’Olhao. Il 29 febbraio del 1960 la città venne quasi completamente rasa al suolo da un violento terremoto nel quale perse la vita gran parte della popolazione.
Nel centro della città di Agadir si trova un’altra tappa imperdibile, il Souk El Had. Il caratteristico mercato con oltre tremila banchi è uno dei luoghi più tradizionali delle città marocchine, per questo motivo con l’aumentare dei visitatori occidentali è diventato anche una folkloristica meta turistica. Qui potrete trovare manufatti dell’artigianato locale, prodotti alimentari, specialità locali e molto altro.
Nel quartiere Bensergao, a sud del centro di Agadir si trova la Médina di Coco Polizzi. Nell’area ideata come un museo a cielo aperto è stata ricostruita una medina, l’antico centro storico tipico dei paesi del Nord Africa. Voluta dall’artista italo-marocchino che le ha dato il nome, la medina è una riproduzione di ciò che il terremoto del 1960 ha cancellato per sempre. Non mancate di visitarla, gli edifici mostrano le peculiarità dell’architettura araba e nei negozi potrete trovare le eccellenze del territorio, non solo spezie ma anche gioielli e abiti.
Se la vostra vacanza in questa splendida città si prolunga per qualche giorno, considerate anche che Agadir è una delle città marocchine dove si sono ampiamente diffusi i campi da golf. Fuori dal centro, in particolare nell’area meridionale della città si possono trovare almeno tre campi di alto livello, oltre a innumerevoli club e associazioni sportive.
Itinerario ad Agadir, la spiaggia del Marocco del sud