Ibiza, è (sempre) qui la festa

Niente può fermare il popolo della notte che, come ogni anno, sceglie l'isola più festaiola delle Baleari come meta delle vacanze

Niente può fermare il popolo della notte che, come ogni anno, sceglie Ibiza come meta delle vacanze. Neppure le severissime misure anti-Covid messe a punto e che devono essere rispettate alla lettera (noi ci siamo stati e ve lo possiamo assicurare). Un popolo che ha un indirizzo solo in mente quando viene sull’isola: Palmarama. L’oasi della musica – techno, house e chillout, sempre dal vivo – e del divertimento, nominata nel 2018 da “DJ Mag”, World’s Best Beach Club, migliore club del mondo. E il motivo c’è.

È un luogo all’aperto, molto chic, dove ogni estate si esibiscono i migliori DJ del Pianeta. David Guetta (che si esibisce tutti i venerdì fino all’inizio di ottobre), Joseph Capriati, il duo newyorchese Bedouin, il sudafricano Black Coffee sono solo alcuni dei nomi che non mancano mai nel calendario estivo delle feste del locale più cool di Ibiza, per il quale vale la pena volare alle Baleari, arrivare da ogni parte dell’isola (molti vengono da Sant Antoni, sulla costa opposta di Ibiza), fare la fila fuori e prenotare un tavolo.

Sì, perché ora, causa pandemia, è obbligatoria la prenotazione, si può ballare solo al tavolo con i propri amici e indossare sempre la mascherina quando ci si sposta (anche per andare alla toilette). Sono severissimi e nessuno se lo aspetterebbe da un luogo dedito alla movida come Ibiza.

ibiza-estate-feste

Ibiza, feste sì, ma con distanziamento

Gli ospiti dell’albergo a cui fa capo il Palmarama, l’Ushuaïa Ibiza Beach Hotel, hanno sempre un posto riservato sulla terrazza panoramica The Club del locale, da dove possono godersi la musica dei DJ stando comodamente seduti sui divanetti o ancheggiare ammirando dall’alto il palco che spunta tra le palme (non troverete foto in rete del Palmarama perché è vietato fare riprese, sulle fotocamere dei cellulari vengono attaccati adesivi che faticano ad andarsene, meglio quindi lasciarli nella cassaforte della camera).

Questa parte dell’isola di Ibiza è la più amata dai giovani. E non solo la sera. Ci troviamo sulla spiaggia più lunga e tra le più famose, Platja – o Playa –  d’en Bossa, a soli tre chilometri dall’aeroporto e a cinque dal pittoresco villaggio di Ibiza, che si può scorgere stando sdraiati sul lettino balinese a prendere il sole. I suoi 3 km di arenile fatto di sabbia bianca e sottile s’affacciano su un mare trasparente dal fondale basso che invoglia a bagnarsi ogni due per tre, specie dopo una lunga passeggiata a piedi scalzi.

ibiza-playa-d-en-bossa

Playa d’en Bossa, la spiaggia più lunga di Ibiza

Playa d’en Bossa è, ça va sans dire, la spiaggia più festaiola dell’isola. Qui la musica riecheggia tutto il giorno (a partire da mezzogiorno e fino all’ora del tramonto). Sono tantissimi i giovani che arrivano da tutta Europa – e, fino a prima del Covid, anche da tutto il mondo – per rilassarsi, bere cocktail – il migliore è la sangria a base di Cava, lo spumante spagnolo che viene prodotto nell’entroterra della Catalunya – o Champagne sulla spiaggia o a bordo piscina, l’Ushuaïa Club,​ l’area preferita dai più giovani che possono godere anche di splendide terrazze private con vasche idromassaggio vista mare da prenotare in esclusiva per sé e i propri amici (e per chi può spendere 1.500 euro), facendo uno “spuntino” base di ostriche e pesce fresco nei vicini The Oyster & Caviar Bar o la steakhouse Montauk.

ibiza-ushuaia-piscina

La piscina dell’Ushuaïa

Per chi ama la musica questo luogo è un must. Chi soggiorna all’Ushuaïa può scegliere di alloggiare in una Pioneer DJ Suite nella Tower dell’hotel, una camera dotata di un sistema musicale completo, che include mixer, amplificatore e subwoofer. Per tutti, l’hotel offre anche delle master class di due ore – i posti sono limitati a 50 partecipanti per volta – che comprendono un’introduzione di base al mondo del mixaggio e della produzione attraverso spiegazioni teoriche e pratiche. Due i corsi a disposizione: il corso di Master Class DJ, per imparare un po’ di storia del DJing e scoprire la struttura della musica, e la Master Class Real Time Production, dove poter creare un brano producendolo da soli.

Lo chiamano “hotel-discoteca” perché, per chi ama i party (specie se in bikini), la movida, la musica e il divertimento qui non finiscono mai – neppure quando a mezzanotte si preme il tasto “off”. Dall’Ushuaïa sono passate tutte le celeb, da Paris Hilton a Naomi Campbell, sportivi, volti noti del cinema e della Tv, influencer e personaggi famosi che hanno calpestato questa pista da ballo e soggiornato nell’hotel che ha cambiato per sempre la storia di Ibiza e il modo di concepire l’estate. Guardatevi sempre intorno alla ricerca di qualche vip, ce n’è sicuramente uno a pochi metri dal vostro comodissimo lettino balinese.

ibiza-ushuaia_tower

L’Ushuaïa Ibiza Beach Hotel, l’albergo più famoso dell’isola

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ibiza, è (sempre) qui la festa