Passeggiare tra libri e natura: l’esperienza incredibile a Lonato del Garda

Alla scoperta del meraviglioso complesso monumentale della Fondazione Ugo Da Como, tra natura e cultura

Esiste un luogo speciale, non distante dallo splendido Lago di Garda, che custodisce un patrimonio culturale e naturale di immenso valore. È qui che, quando la primavera arriva, inebrianti profumi e cangianti colori invadono la terra, dando vita a una delle passeggiate naturalistiche e culturali più belle del nostro Paese.

Con l’affermazione “Se hai un giardino e una biblioteca non ti mancherà nulla”, tanto cara al senatore Ugo Da Como, è possibile comprendere l’essenza – e la missione – dello spazio che circonda la Casa Museo del Podestà a Lonato del Garda, un vero e proprio scrigno che custodisce il prezioso patrimonio librario della Fondazione Ugo Da Como.

Da qui partono, durante le fervide settimane primaverili, passeggiate naturalistiche che percorrono i giardini della Casa del Podestà e il Parco della Rocca, esperienze che permettono di scoprire le specie faunistiche e floristiche ospitate all’interno del complesso monumentale della Fondazione.

Casa del Podestà

Casa del Podestà

E non solo, tra mercati di fiori e piante rare, film sotto le stelle e appuntamenti speciali all’interno del museo, scoprire la Fondazione è sempre una meravigliosa e inedita esperienza.

I giardini della Casa del Podestà ospitano una serie di tipici terrazzamenti all’italiana all’interno dei quali sono coltivate diverse specie vegetali. Dalla magnolia, una delle piante a fiore più antiche del mondo, al tasso, simbolo della rinascita della vita, fino all’ulivo, caratteristico della zona gardesana.

Come se non bastasse, inoltre, dal giardino è possibile ammirare un panorama incredibile che porta gli occhi dei visitatori direttamente sull’imponente cupola della Basilica di San Giovanni Battista e sulla la Torre Civica.

La passeggiata naturalistica, però, non si ferma qui e procede verso il Parco della Rocca visconteo-veneta. Una vegetazione lussureggiante contraddistinta da ulivi, pioppi e betulle accoglie i visitatori che possono inoltre passeggiare tra il boschetto di querce per raggiungere la voliera che ospita diverse varietà di uccelli.

Rocca di Lonato del Garda in fiore

Rocca di Lonato del Garda in fiore

La natura qui è assoluta protagonista come dimostra anche la vegetazione dei giardini rocciosi. Piante di provenienza totalmente diversa, quali il fico o il carpino, si sono adattate all’ambiente della Rocca, creando un microcosmo vegetale unico. Dalla Rocca, già monumento nazionale, è possibile godere di una vista panoramica a 360 gradi su tutta la pianura bresciana.

La fondazione, inoltre, comprende anche il Museo Civico Ornitologico Gustavo Adolfo Carlotto, che ospita un’importante collezione di circa 700 esemplari tassidermizzata rispecchianti la completa avifauna italiana.

Rocca di Lonato del Garda

Rocca di Lonato del Garda

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Passeggiare tra libri e natura: l’esperienza incredibile a Lonat...