Dove dormire a Belgrado, zone e quartieri dove alloggiare

Quali sono le zone e i quartieri migliori dove dormire a Belgrado: una città non priva di fascino, tutta da scoprire con le nostre informazioni

Foto di Angelica Losi

Angelica Losi

Content writer & Travel Expert

Per lavoro è Content writer, per diletto viaggia. Appassionata di turismo enogastronomico, fotografa tutto per inscatolare i ricordi e poi li racconta online.

Belgrado, la Capitale della Serbia nonché della ex Jugoslavia fino alla dissoluzione del 2006, è una città densa di storia e cultura, giovane e dinamica. Nel corso della tempo ha subito diverse devastazioni e bombardamenti, trovandosi al centro di molteplici contese e vicende rilevanti per via della sua posizione strategica. Presenta più di un milione e mezzo di abitanti ed è considerata il punto di incontro tra Oriente e Occidente. Visitarla significa scoprire una città ricca di fascino e che molto ha da raccontare. Situata in un contesto naturalistico d’eccezione – complice la confluenza dei fiumi Danubio e Sava – si caratterizza per le tante anime che la rendono speciale, sospesa tra un passato antico e ricco di dominazioni differenti, così come un presente moderno e intrigante. Dove alloggiare durante la permanenza a Belgrado? Molto dipende, in realtà, dal tipo di vacanza che si desidera fare. Scopriamo insieme dove dormire all’interno delle varie strutture dell’hotellerie che mette a disposizione la città, tra hotel, B&B e molto altro ancora.

Dove alloggiare a Belgrado
Fonte: iStock
Vista sul tempio di San Sava a Belgrado

Belgrado è divisa in due parti, separate dal fiume Sava, un affluente del Danubio: la città vecchia, con i comuni di Stari Grad e Vracar, e la città nuova, con i comuni di Zemun e Novi Beograd. Stari Grad corrisponde sostanzialmente al centro storico, rivelandosi la sede dei monumenti più importanti e di tutto quello che risulta di interesse culturale: musei, università, teatri e via dicendo. Alloggiare in questo comune è perciò la soluzione ottimale, a livello logistico e non solo. I quartieri migliori per pernottare sono tre: Skadarlija, Dorcol e Savamala. A essi andrebbe aggiunto Zemun, una sorta di città nella città che si caratterizza per l’architettura in stile austro-ungarico. Te li raccontiamo, così da aiutarti a scegliere la zona migliore di Belgrado dove alloggiare.

Il periodo migliore per visitare Belgrado?  L’estate, quando le temperature sono piuttosto miti, cosa che non si può dire d’inverno. La lingua locale è il serbo, ma anche l’inglese è piuttosto parlato presso la popolazione: non dovresti quindi incontrare particolari difficoltà nel comunicare. E ora vediamo i quartieri migliori dove alloggiare e perché.

Dorcol, la zona più elegante di Belgrado

Il nome “Dorcol” è di origine turca e può essere tradotto come “incrocio di quattro strade”. Parliamo di una delle zone più antiche della città, fondata nel 300 a.C. con il nome di Singidunum e poi soggetta alle dominazioni e influenze di Unni, Ottomani, Ungheresi, Sarmati, Ostrogoti, Slavi e Bizantini, a fronte della contaminazione di usi e tradizioni differenti. Dorcol oggi si distingue per l’anima vivace e moderna, complice la presenza di diversi caffè, ristoranti, bar, negozi e di tanti servizi. Alloggiare in questa parte di Belgrado vuol dire stare in un quartiere dinamico e unico nel suo genere, respirando un’atmosfera creativa e artistica. È possibile scegliere tra hotel eleganti e B&B non meno curati ed efficienti, perfetti per una visita di pochi giorni, oppure un albergo con servizi più strutturati per avere la possibilità di godere al meglio della vacanza. Tra i monumenti più interessanti di Dorcol segnaliamo la Moschea di Bajrakli e la più antica casa privata della metropoli: la Turbe di Sheikh Mustafa. Segnaliamo inoltre lo spettacolare Parco Kalemegdan. Come si può notare, tutti questi nomi sono di origine turca, a dimostrazione dell’influenza ottomana.

Skadarlija, la Montmartre di Belgrado

Il quartiere di Skadarlija si trova nel centro storico di Belgrado e per via del suo fascino è sovente paragonato a quello di Montmartre a Parigi. Si tratta di una zona dove è possibile percepire ancora oggi l’atmosfera di quando era luogo di ritrovo per artisti e intellettuali. Qui si trovano diversi monumenti e musei interessanti, con tanto di statue dedicate al principe Obrenovic e al cantante Toma Zdravkovic. Pernottare in questa zona di Belgrado permette di percepire l’atmosfera bohémien della Capitale serba, avendo modo di accedere a una proposta che vede al centro alberghi di lusso e ostelli decisamente accessibili. Essendo una zona centrale, sono molteplici le cose da fare, soprattutto alla sera: è decisamente indicato per i giovani e per chi vuole staccare la mente in vacanza e vivere giorni frenetici e ricchi di eventi.

Savamala, nel cuore della vita notturna di Belgrado

Le zone dove dormire a Belgrado
Fonte: iStock
Knez Mihailova Street, la via dello lo shopping di Belgrado

Questo quartiere è certamente il più stimolante di Belgrado, complice una vita notturna vivace e che si caratterizza per la presenza di club galleggianti situati sulle sponde del fiume Sava. Alloggiare a Savamala permette di immergersi in un’esperienza musicale di livello assoluto, a fronte di una varietà di generi che è un vero e proprio unicum: tra rock, pop, folk e musica techno, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Siamo inoltre vicino alla Fortezza di Belgrado, la cui presenza ha reso questa parte della città fortemente soggetta a devastazioni e bombardamenti durante entrambi i conflitti mondiali. Oggi è stata ricostruita perfettamente. Gli hotel di Savamala sono la scelta migliore per coloro che desiderano vivere al meglio le esperienze di intrattenimento e presentano costi diversi a seconda del livello dei servizi. Molti sono in  zone centrali, vicini ai principali locali, pertanto puoi spostarti agevolmente e trascorrere dei giorni speciali. Forse non lo sai, ma questa Capitale Europea è una delle migliori in termini di movida e vita notturna.