Lugnano in Teverina, il borgo medievale che guarda verso il Tevere

Il piccolo borgo umbro è la meta perfetta per un weekend: tra le sue viuzze, si respira un'atmosfera davvero magica

In Umbria c’è un piccolo borgo medievale che conquista il cuore di chiunque si trovi a passare da quelle parti. Si tratta di Lugnano in Teverina, un luogo incantato che offre grandi emozioni ai suoi turisti.

Il paesino sorge su di una collina a forma di luna, a pochi chilometri dal confine tra Umbria e Lazio, in posizione dominante rispetto alla vallata sottostante, su cui scorre il fiume Tevere. Ed è per questo che Lugnano in Teverina regala scorci mozzafiato, mentre si passeggia tra le sue viuzze che ci permettono di fare un vero e proprio tuffo indietro nel tempo. Chiunque approdi in questo posto non può fare a meno di rimanere incantato dal fascino della sua architettura, fulgido esempio di un’epoca in cui il paese visse un periodo di rinnovamento generale, ma anche dalle bellezze naturali che lo circondano.

Lugnano in Teverina

Panorama da Lugnano in Teverina – Ph. Claudio Giovanni Colombo (123rf)

Il centro storico di Lugnano in Teverina

Non è un caso se Lugnano in Teverina viene annoverato tra I Borghi più belli d’Italia, associazione entro i cui ranghi spiccano luoghi dal rilevante interesse storico e artistico. Centro pulsante del paese è Piazza Santa Maria, su cui si affacciano alcuni splendidi edifici che ci raccontano la storia del borgo. Uno di questi è la Collegiata di Santa Maria, edificata probabilmente tra l’XI e il XII secolo. Si narra che venne eretta sulla precedente chiesa voluta da Desiderio, re dei longobardi. La sua facciata, in perfetto stile romanico, è arricchita da un colonnato sovrastato da due rosoni e un’aquila che sembra spiccare il volo dal tetto. Al suo interno, inestimabili opere d’arte come i mosaici cosmateschi e alcuni dipinti della scuola di Giotto.

Lugnano in Teverina

La Collegiata e il palazzo Pennone, Lugnano in Teverina – Ph. Claudio Giovanni Colombo (123rf)

A pochi passi dalla Collegiata, possiamo ammirare anche il palazzo Pennone, risalente al ‘600. Il suo nome sembra far riferimento al pennone di una nave, dal momento che la sua torre è il punto più alto del borgo, ma la storia ci racconta un dettaglio meno romantico: deriva infatti dal cognome del suo primo proprietario, Antonio Pennoni. I dettagli in travertino e la particolarità della presenza di una galleria omonima che taglia in due l’edificio rendono il palazzo un vero gioiello. Questo piccolo pezzo di storia visse periodi alterni, e nell’800 cadde in disuso. Recentemente ristrutturato, è diventato sede del Comune.

Ma tra le tante meraviglie di Lugnano in Teverina, non possiamo dimenticare le antiche rovine della villa romana di Poggio Gramignano, che sorge su una collina nei pressi del paese. Le vestigia di questo splendido edificio, rinvenute nel 1988, risalgono nientemeno che al I secolo a.C., e chiunque vi si rechi per respirare l’atmosfera di un’epoca così lontana non può fare a meno di rimanere incantato per il panorama mozzafiato: la villa, infatti, si affacciava direttamente sul Tevere.

Lugnano in Teverina

Lugnano in Teverina – Ph. Flora (iStock)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lugnano in Teverina, il borgo medievale che guarda verso il Tevere