Laconi, il borgo sardo casa dello straordinario Parco Aymerich

Laconi, nel cuore della Sardegna, è un autentico borgo gioiello caratterizzato da natura, archeologia, fede e tradizione

Nel cuore della Sardegna, a ridosso dei rilievi del Sarcidano, spicca un vero borgo gioiello, dove natura, cultura e tradizione si uniscono per regalare una vacanza rigenerante e rilassante in un clima salubre e ben temperato: Laconi, premiato con la Bandiera Arancione del Touring Club italiano, ambito marchio di qualità turistico ambientale.

Il borgo, al confine tra il sud della Sardegna e Barbagie a 550 metri di quota, è una delle località più apprezzate dai sardi che, in estate, lasciano le affollate coste per rifugiarsi qui, in un’oasi di verde e tranquillità, in un paese di montagna immerso nei boschi, impreziosito da architetture civili e musei tra i più importanti dell’isola.

Laconi è, infatti, un autentico museo a cielo aperto. La presenza dell’uomo è attestata a partire dal Neolitico e, proprio qui, circa cinquemila anni fa si sviluppò il fenomeno scultoreo delle statue menhir, monoliti antropomorfi e non che rappresentano eroi divinizzati.

laconi

Oggi ammirerete gli spettacolari menhir (una quarantina) all’interno del Museo Archeologico della statuaria preistorica, allestito nell’ottocentesco palazzo Aymerich che fa parte del Parco omonimo, il parco urbano più grande della Sardegna, vero paradiso per i botanici e gli amanti di escursioni e trekking.

Il Parco Aymerich, infatti, regala suggestivi sentieri naturalistici immersi tra numerose specie vegetali e antiche rovine. L’itinerario si snoda lungo ampi viali dove lasciarsi incantare da curiose specie vegetali, una straordinaria varietà di orchidee, un rigoglioso boschetto di lecci, olivi, querce e carrubi, cascate, ruscelli e laghetti.

Ma non soltanto: qui sorgono ancora le rovine del Castello Aymerich, fortezza medievale appartenuta ai marchesi di Laconi, di cui oggi è possibile vedere la porta fortificata e la sala principale dove si apprezzano le eleganti cornici in stile gotico-catalano. Ai marchesi si deve l’impianto del giardino di piante esotiche e delle leccete.

laconi

Palazzo Amerych, invece, è l’abitazione civile più importante della Sardegna dove ammirare le due sale del piano nobile decorate con preziose carte da parati francesi, realizzate a Parigi dalla celebre casa Dufour.

Laconi è anche borgo di fede e di tradizione. Fu luogo natale di Sant’Ignazio, il santo sardo più amato, la cui venerazione attira migliaia di pellegrini, in particolare durante i festeggiamenti in agosto. La visita parte dall’umile casa natale, prosegue con il Museo d’arte sacra e la parrocchiale dedicata a lui e a Sant’Ambrogio, risalente al XV secolo.

Il centro storico è pittoresco nucleo medievale che si snoda tra strette viuzze e muri in pietra, ai piedi del castello.

Storia e tradizioni di Sardegna, valori di comunità, la valle archeologica dei Menhir, la bellezza di una natura ancora incontaminata, posizione panoramica, quiete e clima salubre: Laconi è una meta da non perdere per vivere un’esperienza indimenticabile nel cuore dell’isola.

laconi

 

Laconi, il borgo sardo casa dello straordinario Parco Aymerich