Castelsardo, il cuore medievale della Sardegna

Castelsardo, in provincia di Sassari, è uno dei borghi più belli della Sardegna e dell'Italia intera. Scopriamo le sue meraviglie

Nel Nord della Sardegna, in provincia di Sassari, esiste un vero borgo gioiello adagiato su un promontorio che si specchia nel Golfo dell’Asinara: Castelsardo.

Il borgo, di origine medievale, vi sorprenderà con le sue bellezze architettoniche e naturalistiche, l’artigianato, i prodotti tipici, le splendide insenature, le tradizioni sempre vive e il caratteristico porto. Uno dei luoghi più suggestivi dell’isola e dell’Italia intera.

castelsardo

La sua storia è antichissima. L’anno della fondazione, a opera della famiglia genovese Doria, risale al 1270. Vi fu poi un periodo lungo 300 anni in cui Castelsardo divenne “Castelaragonese” e visse sotto la dominazione spagnola.

Oggi conserva intatto tutto il fascino del suo passato e regala una vista mozzafiato sul Golfo che, da sola, meriterebbe un soggiorno qui. Nelle giornate limpide, infatti, è possibile anche scorgere i monti della Corsica.

Il Castello dei Doria, perfettamente conservato e visitabile tutto l’anno, è attuale sede del Museo dell’Intreccio Mediterraneo, uno dei più visitati della Sardegna, dove ammirare i pittoreschi cestini di palma nana intrecciati a mano con arte e sapienza dalle donne del luogo.

Sorge sulla cima del promontorio e sorveglia il borgo dalle basse casette colorate e dai vicoli stretti.

Castelsardo, inserito nel circuito dei Borghi Più Belli d’Italia, offre davvero molto da vedere. Dopo una visita al Castello, lasciatevi stupire dalla Cattedrale di Sant’Antonio, risalente al Cinquecento, con la torre campanaria a picco sul mare circondata da una cupola in maiolica.

La Cattedrale ospita, nelle cripte, il Museo Maestro di Castelsardo dove apprezzare argenteria sacra, pergamene, dipinti e tavole del Maestro.

Passeggiando senza fretta per il caratteristico centro storico, non perdete l’occasione di fare una sosta in Piazza Duomo, affacciata sul mare, e di osservare le altre meraviglie architettoniche qui presenti: Palazzo Loggia, l’antico municipio del XII secolo, il Palazzo dei Doria, il Palazzo di Eleonora di Arborea e la Chiesa di Santa Maria delle Grazie.

Se già il borgo vi avrà piacevolmente sorpreso, i dintorni e le spiagge non sono da meno.

Lungo la strada che collega Castelsardo a Sedini, spicca la caratteristica Roccia dell’Elefante, originale formazione rocciosa che ricorda la sagoma di un elefantino.

castelsardo

Le spiagge sono un altro vanto del luogo: bellissime, di sabbia finissima e dorata oppure rocciose, si presentano abbracciate da alte scogliere di trachite rossa.

Su tutte spicca la spiaggia “Lu Bagnu“, protetta da rocce punteggiate di vegetazione mediterranea e lambita dalle acque cristalline di Sardegna.

Gli amanti del windsurf, invece, troveranno la spiaggia ideale a punta la Capra dove il mare e gli scogli creano una piscina naturale.

Bellezza, storia, spiagge: a Castelsardo non manca nulla per farvi innamorare.

castelsardo

 

 

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Castelsardo, il cuore medievale della Sardegna