Chamois, il borgo alpino senza auto e con una funivia

Il meraviglioso borgo montano della Valtournanche dove riscoprire il contatto con la natura

A 1815 metri di altitudine, nel cuore della Valtournanche, c’è un piccolo borgo montano di case sparse in pietra e legno e 110 abitanti, vegliato dall’ombra del Cervino: è Chamois, “Perla delle Alpi” dove la natura è incontaminata, l’unico comune italiano dove è negato l’accesso alle automobili.

Il borgo è stato sempre raggiungibile a piedi o in bicicletta, mai toccato dal traffico e dall’asfalto: quando, durante il boom economico e la crescita delle infrastrutture italiane nei primi anni Sessanta, gli abitanti si trovarono a decidere se abbracciare o meno l’automobile negarono il permesso ai mezzi motorizzati di arrivare fin lassù.

Infatti, nel 1965, il 95% di loro votò contro la costruzione di una strada che li collegasse con la valle sottostante. Chiesero invece la costruzione di una funivia a sostituzione della vertiginosa mulattiera, l’impervia via di salita e discesa lungo il fianco della montagna.

La funivia, all’inizio piccola e poi dal 2001 spaziosa e in grado di trasportare più passeggeri con maggior comfort, parte da Buisson, frazione di Antey-Saint-Andrè e giunge alla frazione di Corgnolaz. Il percorso, che copre 700 metri in pochi minuti, dona l’incantevole visuale dall’alto di Antey-Sait-Andrè, del maestoso Cervino e dei dorati campi di orzo a perdita d’occhio tra maggio e luglio.

Nel borgo senza auto si respira un’atmosfera di quiete, al riparo dalla velocità della vita moderna, e gli abitanti sperimentano progetti di sostenibilità ambientale come i sistemi di energia rinnovabile.

In estate Chamois è il paradiso degli escursionisti e degli amanti delle due ruote che hanno la meravigliosa possibilità di immergersi nella natura, tra profumi e colori, giardini curatissimi, torrenti e cascate.
In inverno, ben 17 chilometri di piste attendono gli sciatori di ogni livello e non mancano gli impianti di risalita con funivia, tre seggiovie e due tapis roulant.

Per raggiungere il comune libero dall’asfalto, oltre alla funivia, gli appassionati di trekking e sky walking possono cimentarsi con il sentiero di Seingles, tra 93 ripidi tornanti e scorci mozzafiato come le fragorose cascate del torrente Chamois, oppure seguire il sentiero che collega la frazione Corgnolaz con il paese Le Magdaleine, una passeggiata adatta a tutti che fa parte dell’incantevole itinerario “La gran balconata del Cervino“.

Chamois, un autentico eden senza traffico e corse frenetiche dove ritrovare il ritmo di una vita in armonia con l’ambiente e le stagioni.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Chamois, il borgo alpino senza auto e con una funivia