Dove è nata e cresciuta Heidi e dove le caprette fanno “Ciao”

Alla scoperta di Heidiland, il parco dove il mito si può toccare con mano

Se tanti hanno letto, visto in Tv  o al cinema le avventure di Heidi, la pastorella cresciuta sulle montagne svizzere con il nonno e circondata dalle caprette, pochi sanno che il mondo incontaminato della vispa bambina esiste davvero e che è diventato un parco dove il suo mito si può toccare con mano.

Il film ‘Heidi’ appena uscito al cinema è stato girato a girato a Sufers, tra Splügen e Bergün nel Canton Grigioni, in Svizzera. Questa zona turistica della Svizzera orientale è stata battezzata Heidiland. Comprende la località termale di Bad Ragaz e il monte Pizol, l’area del lago di Walen e la cosiddetta Bündner Herrschaft (Signoria Grigionese) dove l’autrice di Heidi, Johanna Spyri, era solita trascorrere le vacanze.

Proprio qui, nella cittadina di Maienfeld, è stato ricreato il ‘Villaggio di Heidi‘ (Heididorf). Da qui parte il Sentiero di Heidi: un’escursione di circa un’ora e mezza che conduce, attraverso il bosco di Luva, alla baita sull’Alpe dove, ad accogliere i turisti, ci sono il nonno, Peter e le immancabili caprette.

Lungo il sentiero, 12 pannelli illustrano le avventure di Heidi e il paesaggio circostante. Le attrazioni principali di Heididorf sono il Museo Johanna Spyri, la Casa di Heidi e il negozio di souvenir, che rimangono aperti da metà marzo a metà novembre. Nel Museo sono conservati gli accessori originali di scena del film del 2015 e la filmografia completa dal 1910 a oggi.

Anche l’Engadina rende omaggio a Heidi. D’estate si può percorrere il Sentiero dei fiori di Heidi. La via tematica, lunga 2 chilometri, dalla funicolare Chantarella scende alla baita di Heidi e da qui a Salastrains toccando ben 200 varietà di fiori. La baita è quella originale del film del 1952 di Luigi Comencini con l’indimenticabile Heinrich Gretler nelle vesti del nonno.

Le scene del film appena uscito nelle sale e ambientate in montagna sono state girate durante l’estate del 2014 nello splendido e incontaminato Parco di Beverin, che comprende 370 km quadrati di parco e ben undici pittoreschi villaggi, che unisce zone linguistiche e culturali molto diverse ma unite dal comun denominatore: un paesaggio incontaminato. Fulcro delle riprese è stata l’area attorno al laghetto alpino Lai da Vons che si affaccia sul comune di Sufers, nella valle scavata dal Reno. L’ente del turismo Viamala propone un’escursione guidata sul set.

Per maggiori informazioni:

www.svizzera.it/famiglie

Numero verde 00 800 100 200 30

Family Trips App

Trova le avventure ideali per la tua famiglia tra oltre 1000 consigli escursionistici svizzeri. Il divertente motore di ricerca su app per iPad e smartphone,  ti fornisce i consigli più appassionanti per tutta la famiglia.

Dove è nata e cresciuta Heidi e dove le caprette fanno “Ciao...