Vivere al mare rende più giovani: lo dice la scienza

Chi vive al mare invecchia meno rispetto a chi passa la vita in montagna

Secondo la teoria della relatività di Albert Einstein vivere al mare rende più giovani. Se molti considerano il mare e la vita da spiaggia sinonimo di relax e benessere, Einstein ha dimostrato che effettivamente per chi si trova sul livello del mare il tempo passa più lentamente rispetto a chi nello stesso momento si trova a un’altitudine maggiore, ad esempio in montagna. Il tempo sulla Terra passa più veloce in alto e più lento in basso.

Ciò vuol dire che due gemelli che abbiano vissuto uno al mare e l’altro in montagna, si ritrovano uno più giovane dell’altro (anche se di poco) quando si reincontrano. Ecco una versione “terrestre” meno nota del paradosso dei gemelli, secondo il quale un gemello partito nello spazio invecchierà molto più rapidamente del fratello rimasto sulla Terra.

Il motivo? Il tempo, come lo spazio, si incurva, come spiega in maniera molto semplice il fisico Carlo Rovelli nel suo libro “La realtà non è come ci appare“. Il tempo infatti, secondo la teoria della relatività di Einstein, non è fisso, ma si allunga o si accorcia a seconda della vicinanza o meno a una massa. Vicino alla massa terrestre, e in misura maggiore dunque a livello del mare, il tempo si distorce e rallenta.

Tutto ciò è scientificamente dimostrato: oggi, come spiega Rovelli, in molti laboratori ci sono orologi molto precisi, che hanno misurato questo effetto a dislivelli anche di pochi centimetri. Un orologio posto sul pavimento secondo gli esperimenti misura meno tempo passato rispetto a quello sul tavolo: stranezze della scienza.

Vivere al mare rende più giovani: lo dice la scienza