Musei da regalare: così possiamo sostenere l’arte in Italia

Esperienze uniche e incredibili per tornare a sperare e a sognare: ecco come regalare e sostenere l'arte

E se la bellezza si potesse donare? Non parliamo di un gioiello, né tantomeno di uno smartphone che, per quanto sia gratificante riceverne uno, non restituirà mai le stesse emozioni che invece possiamo provare davanti alla grande bellezza. Quella sorta di estasi temporanea che sentiamo quando ci troviamo davanti a un’opera d’arte, la stessa che ci nutre di emozioni e sentimenti e che ci fa immaginare che deve esserci per forza qualcosa di trascendentale nella mano di chi ha creato quel capolavoro.

Un’esperienza unica e inedita per ripristinare le visite ai luoghi e alle istituzioni culturali, le stesse dalle quali siamo stati allontanati con violenza e prepotenza durante la pandemia mondiale. E mentre noi, l’arte la potevamo vivere solo in digitale, grazie alla tecnologie, musei e altre istituzioni boccheggiavano alla ricerca di una via d’uscita dalla grande crisi che ha coinvolto l’intero settore.

Ma se è vero che l’arte ci dà tanto, perché allora non ripagarla con la sua stessa moneta? Possiamo farlo, oggi, acquistando le esperienze da donare alla famiglia, o agli amici, o semplicemente possiamo farci un auto regalo come una promessa, quella di tornare a vivere le emozioni a noi più care, quando sarà possibile, proprio attraverso l’arte.

E in questo senso, musei e istituzioni, si sono dati un gran da fare per mettere a nostra disposizione le esperienze più belle. Già da qualche mese, per esempio, il celebre museo veneziano ha messo a disposizione la tessera Amico della Collezione Peggy Guggenheim, uno strumento che garantisce un ingresso gratuito e illimitato, inviti esclusivi e incontri con esperti del settore.

Regala l’arte è il voucher, invece, dei musei di Firenze attraverso il quale si può regalare un giro alla scoperta della culla del Rinascimento italiano o una visita ai musei più importanti della città come la Galleria degli Uffizi, la Galleria dell’Accademia, la Galleria Palatina e il Giardino di Boboli.

Milano segue la scia di Firenze con la medesima iniziativa. Regalando un voucher è possibile andare alla scoperta del Cenacolo Vinciano, della Pinacoteca di Brera e del Codice Atlantico, ma anche prenotare dei tour guidati di gruppo o privati per scoprire tutti i segreti della città.

Anche Napoli ha le sue carte regalo: grazie al progetto Campania Artecard è possibile regalare, o auto regalarsi, il pass turistico per scoprire i luoghi più belli della città e dei territori limitrofi.

Iniziative, queste, che hanno raccolto particolare l’entusiasmo e l’attenzione dei cittadini e dei viaggiatori soprattutto durante il periodo di Natale. Eppure, l’arte è qualcosa che andrebbe valorizzata 12 mesi all’anno. Per questo esistono anche delle Giftbox culturali, dei veri e propri appuntamenti con l’arte che regalano un’esperienza a scelta tra mostre, ingressi ai musei o presso istituzioni culturali.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Musei da regalare: così possiamo sostenere l’arte in Italia