Cosa vedere nella città di Siracusa

Dalle antiche rovine alle spettacolari chiese fino alle spiagge dorate, passando dall’isola di Ortigia: Siracusa è uno scrigno di tesori.

Scopriamo insieme Siracusa e cosa vedere di questa splendida città sulla costa sud-orientale della Sicilia, una delle città più antiche del Mezzogiorno, considerata una delle principali potenze antiche del Mar Mediterraneo e alleata con Spartani e Corinzi. Nell’antichità, i governanti di Siracusa furono coinvolti in varie battaglie con nemici come Cartagine e i Romani.

Per questo motivo visitare Siracusa significa immergersi in una meravigliosa collezione di siti storici dell’antico periodo greco e romano, come il Teatro Greco, il Tempio di Apollo e il Castello Maniace. Inoltre, grazie alla sua posizione costiera, la città si trova in prossimità di numerose spiagge conosciute in tutto il mondo, dove i turisti possono godersi il bel tempo siciliano. Ecco qualche spunto tra cui scegliere per una visita della città.

Il Parco Archeologico 

Il Parco Archeologico di Siracusa si trova nella parte occidentale della città ed è senza dubbio una delle sue principali attrazioni: all’interno di questa fantastica area si trovano una serie di antiche rovine, tra cui la più rinomata è il Teatro Greco.

Edificato nel 470 a.C., questo antico anfiteatro ha ospitato le rappresentazioni di opere di autori leggendari come Eschilo e Sofocle, ed è giunto ai giorni nostri in condizioni praticamente perfette: gran parte delle originarie sedute semicircolari sono ancora perfettamente visibile, sebbene in alcuni tratti siano state ricoperte di legno per preservarne la qualità. Inoltre, si possono ancora vedere sezioni del palco e degli edifici scenici.

Un altro vero gioiello all’interno del Parco Archeologico di Siracusa è l’imponente Anfiteatro Romano. Proprio come la sua vicina controparte greca, questo edificio si presenta ancora in condizioni ottimali, nonostante sia stato costruito nel III secolo. La sua struttura è stata per la maggior parte ricavata scavando nella roccia, con due grandi ingressi ad arco alle due estremità.

Come nel Teatro Greco, anche nell’Anfiteatro Romano si possono vedere gran parte dei posti a sedere su entrambi i lati, oltre ai resti dei passaggi sotterranei e delle stanze che venivano utilizzate dai gladiatori che combattevano nell’arena.

Tempio di Apollo 

Come già accennato, Siracusa ha una miriade di attrazioni imperdibili, come siti antichi e rovine che testimoniano la grandezza e lo splendore del suo passato storico: uno di questi siti è il leggendario Tempio di Apollo, risalente al 570 a.C. e, dunque, il più antico della Sicilia.

Nonostante non sia stato completato, il Tempio di Apollo è estremamente affascinante. Oggi si possono vedere le fondamenta rettangolari della struttura, gran parte delle pareti e alcune delle colonne ornate. Per avere maggiori informazioni sulla storia del Tempio e sui diversi utilizzi a cui è stato riservato nel corso dei secoli, oltre che per alcuni dei reperti qui raccolti, è possibile visitare il Museo Archeologico.

Museo Archeologico di Siracusa 

Come ogni città ricca di storia antica, anche Siracusa ospita un vasto Museo Archeologico in cui sono raccolte numerose collezioni di cimeli e manufatti raccolti in tutta la Sicilia. Si tratta infatti del museo storico più importante della Regione, tanto da conservare reperti che risalgono addirittura al periodo preistorico.

Per ogni appassionato di storia il Museo Archeologico è un vero paradiso, in grado di offrire uno sguardo affascinante su come Siracusa si sia sviluppata nel corso degli anni. Le mostre esposte al suo interno seguono un ordine cronologico, e si possono ammirare ceramiche del VI secolo, rilievi di tombe in bronzo, armi e strumenti antichi e vasellame in terracotta.

Cattedrale di Santa Maria delle Colonne 

Conosciuta semplicemente come il Duomo di Siracusa, questa cattedrale monumentale risalente al VII secolo è una struttura davvero affascinante. La facciata anteriore di questa cattedrale è addirittura sbalorditiva: presenta una serie di colonne e di statue in pietra raffiguranti figure religiose leggendarie, oltre a un’incredibile vetrata che raffigura l’Ultima Cena.

Il Duomo è stato edificato seguendo lo stile architettonico conosciuto come barocco siciliano, in cui sono perfettamente armonizzati elementi dello stile romano e caratteristiche tipiche del XVII secolo. L’interno della cattedrale è altrettanto impressionante, con alte pareti ad arco e un altare ricco di dettagli e adornato di una varietà di dipinti religiosi.

Cripte e catacombe di San Giovanni 

Rimanendo in tema religioso, un altro edificio di sicuro interesse è la Chiesa di San Giovanni: edificata nel VI secolo e più volte restaurata nei secoli successivi, ora purtroppo giace in rovina a causa del devastante terremoto del 1693.

Tuttavia, scendendo la scalinata sul retro della chiesa si può accedere alle ampie catacombe sottostanti la struttura, più grandi ancora di quelle romane. All’interno di queste catacombe si possono vedere varie cripte e alcune immense colonne ancora in condizioni quasi perfette.

Castello Eurialo 

A ovest del centro storico di Siracusa si possono ammirare le rovine di una fortificazione difensiva un tempo grandiosa, il Castello Eurialo. Il Castello è stato eretto intorno al 402 a.C. come roccaforte greca durante il regno di Dionisio, e negli anni successivi è stato modificato, ampliato e migliorato fino a diventare una delle fortificazioni più imponenti di tutta la Sicilia.

Sebbene ormai siano rimasti soltanto dei ruderi, si può ancora vedere gran parte delle fondamenta e l’originale disposizione del mastio e delle mura esterne. Inoltre, è possibile passeggiare attraverso alcuni dei vecchi tunnel sotterranei e visitare un fantastico museo che spiega approfonditamente la storia del castello.

Latomia del Paradiso e Latomia dei Cappuccini 

Cosa vedere a Siracusa oltre a edifici storici e siti archeologici? La città è famosa anche per la sua vasta quantità di antiche cave e reti di grotte, chiamate latomie, da cui a partire dal VI secolo viene estratta la pietra ampiamente utilizzata nella costruzione di molti dei monumenti e delle case della città.

La più nota di queste cave è la Latomia del Paradiso, al cui interno si trova un’impressionante galleria lunga 60 metri e alta 11 metri, che porta ad una grotta davvero bella e tranquilla, quasi surreale, da cui deriva il nome della cava. Circondata da splendidi boschi, la Latomia del Paradiso è anche conosciuta come l’Orecchio di Dionisio, dato che secondo la leggenda chi si trova a un’estremità della grotta puoi udire le conversazioni sussurrate dalla parte opposta!

Un’altra cava molto interessante è la Latomia dei Cappuccini, che deve il suo nome al bellissimo giardino che ricopre gran parte della cava, curato dai monaci cappuccini che vivono nelle vicinanze. In origine era una caverna sotterranea, da cui è stata estratta la maggior parte della pietra utilizzata per le varie strutture storiche della città, mentre oggi la cava è crollata ed è completamente aperta all’esterno. In tutto il sito si possono vedere enormi colonne irregolari che spuntano dal terreno con strane angolazioni.

Cosa vedere a Ortigia 

 La piccola isola di Ortigia è la zona più antica della città di Siracusa, ed è ricca di meraviglie naturali e architettoniche da visitare, anche per una semplice passeggiata. Una delle piazze centrali dell’Isola di Ortigia è Piazza del Duomo, dove sorge la Cattedrale di Santa Maria delle Colonne, oltre ad altri edifici degni di nota come il Palazzo della Sovrintendenza, il municipio e la Chiesa di Santa Lucia alla Badia.

Nei dintorni di Piazza del Duomo si tiene durante la settimana un caratteristico mercato locale, con le bancarelle che letteralmente abbracciano gli edifici. Il mercato di Ortigia è il luogo ideale per fare un affare, lasciando che i sensi siano invasi dai profumi, dagli odori e dai colori che provengono dalle numerose bancarelle. Il mercato vende un’ampia varietà di articoli da spezie e peperoncini, da torte a frutti di mare e pesce fresco.

Un altro delizioso luogo da visitare nel centro dell’isola di Ortigia è la Piazza di Archimede, una delle principali aree di ritrovo dell’isola. Attrazione principale della piazza, collocata proprio al suo centro, è la Fontana di Artemide, decorata con una serie di magnifiche sculture raffiguranti varie scene antiche e circondata da alcune piccole palme.

All’estremità meridionale dell’Isola si trova invece lo storico Castello Maniace, edificato nel 1232 utilizzando pietra locale prelevata dalle locali latomie per volere dell’imperatore Federico II. In origine, il castello era separato dall’isola tramite un fossato, che ora è stato riempito. Si può passeggiare nel parco del castello, esplorare i bastioni e ammirare la baia e il Mar Ionio. Il cancello principale presenta un portale splendidamente decorato e l’intero castello è ancora in ottime condizioni di conservazione.

Siracusa e dintorni: cosa vedere 

Anche nei dintorni di Siracusa si possono trovare diversi luoghi molto caratteristici e meritevoli di una visita, anche solo per una giornata, come la località balneare di Fontane Bianche o Arenella, tra le spiagge più belle del territorio siracusano.

Fontane Bianche è un’affascinante città costiera in cui abbondano hotel e appartamenti di qualità, il luogo perfetto per fuggire dalla città e godersi una rilassante vacanza al mare. La città ha una bellissima spiaggia che ha forma a ferro di cavallo, con sabbia dorata morbida al tatto. Inoltre, l’acqua è incredibilmente calda, limpida e trasparente. Grazie alla splendida spiaggia, all’atmosfera tranquilla e alle acque cristalline, Fontane Bianche è davvero una delizia. Un’altra località balneare molto rinomata è Arenella, un piccolo comune a circa 20 minuti di auto a sud di Siracusa. La gente del posto viene spesso qui per rilassarsi e godersi il sole, ed è un tratto di costa davvero bello per una gita di un giorno da Siracusa.

La spiaggia si estende per circa 300 metri e la città è circondata da alcune zone costiere spettacolari da esplorare. Acque turchesi incredibilmente limpide lambiscono dolcemente la sabbia e offrono l’opportunità perfetta per nuotare, fare snorkeling o rilassarsi sotto l’ombrellone.

Siracusa offre punti d’interesse per tutti: appassionati di cultura classica e storia, studiosi di storia dell’arte, turisti alla ricerca del folklore e villeggianti desiderosi di scoprire splendidi paesaggi naturali. Un piccolo tesoro ricco di sorprese.

siracusa e dintorni cosa vedere, parco archeologico siracusa

@Shutterstock

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa vedere nella città di Siracusa