Nelle terre dei nativi d’America

Dallo Utah all'Arizona, dal New Mexico al Colorado, dal South Dakota al Wyoming nelle terre delle tribù Navajo, Apache e Mohave

Un viaggio nel Sud Ovest americano, alla scoperta dei popoli nativi d’America, delle loro terre, dei luoghi sacri e delle tradizioni è quanto hanno sognato in molti appassionati di film western, dove i cowboy avevano quasi sempre la meglio e gli indiani venivano sottomessi. Se eravate di quelli che stavano dalla parte degli indiani, non potete non visitare alcuni dei luoghi visiti e rivisti nelle centinaia di pellicole trasmesse al cinema e in Tv.

L’area a cui appartengono gli Stati del Sud Ovest si estende su una regione calda, arida di montagne e con bacini cosparsi di oasi. Gli abitanti di questa zona, che comprende l’Arizona, il New Mexico, il Colorado, lo Utah, il Wyoming e il South Dakota, appartengono a tribù di cui abbiamo tanto sentito parlare, popoli cacciatori come gli Apache o agricoltori come i Navajo e i Mohave, che tutt’oggi vivono nelle riserve.

Le riserve indiane
Spazi naturali, rocce, mesa, vegetazione, animali e siti archeologici tra i più rilevanti nel panorama Nord americano in un itinerario stabilito chiamato Via della Bellezza che prevede alcune tappe imperdibili. E’ all’interno della riserva Navajo, per esempio, che si trovano alcuni dei luoghi più famosi e turistici degli Stati Uniti, come la Monument Valley, il Grand Canyon National Park, il Canyon de Chelly, il Mesa Verde National Park. Questa zona è detta anche Navajo Land. La riserva Apache comprende l’imperdibile Chaco Canyon, nel New Mexico, e il mitico Fort Apache, teatro di storiche battaglie. I Mohave, invece, sono concentrati tra Arizona e Nevada fino alla California. Il luogo più bello all’interno della loro riserva è il Deserto del Mohave (o Mojave), un altopiano con numerosi bacini salati.

Pow-Wow
Se decidete di visitare il Sud Ovest americano, non perdetevi una festa tipica delle tribù indiane, il Pow-Wow. Si tratta di un evento in cui la gente si incontra per danzare, cantare, socializzare e onorare la cultura degli indiani d’America. I Pow-Wow durano da uno a cinque giorni e si tengono in ogni mese dell’anno. Prima di partire, dunque, informatevi sul Pow-Wow più vicino.

Organizzare il viaggio
L’aeroporto più comodo per partire per il tour del Sud Ovest degli Stati Uniti è quello di Phoenix, in Arizona, ma si può atterrare anche a Los Angeles, San Diego o Las Vegas, dove i voli dall’Europa sono più frequenti. Si può decidere di prendere parte a un viaggio organizzato che solitamente dura circa 15 giorni, oppure noleggiare un’auto (possibilmente prenotandola dall’Italia) e fissare gli hotel tappa dopo tappa. Ricordatevi che i prezzi degli hotel negli Usa sono per la camera, indipendentemente da quante persone vi alloggeranno. Inoltre, i motel sono piuttosto buoni oltre che economici, specialmente quelli appartenenti alle catene. Infine, vi consigliamo di provare ad alloggiare almeno in uno dei tanti ranch, per immergervi completamente nell’atmosfera del Vecchio West. Alcuni sono molto belli e dotati di tutti i comfort. E non manca mai una gita a cavallo all’ora del tramonto.

Scopri perché gli americani sonbo soprannominati yankee.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nelle terre dei nativi d’America