Fontana di Trevi, ecco a chi vanno le monete gettate in acqua e quanto valgono

Sono migliaia i viaggiatori che lanciano ogni giorno una monetina nella fontana

La Fontana di Trevi a Roma è legata a diverse leggende che portano i turisti a lanciare una moneta nell’acqua. La più nota e antica tradizione vuole che chi lanci una monetina mettendosi di spalle alla fontana, tenendo gli occhi chiusi e con la mano destra sulla spalla sinistra, avrà la garanzia di tornare nella Città Eterna. Un’altra leggenda prescrive di lanciare tre monete nella fontana, ognuna delle quali equivale a un desiderio: la prima moneta è legata al ritorno a Roma; la seconda all’incontro con l’amore della propria vita e la terza all’avverarsi del desiderio di matrimonio.

Ognuno può ovviamente interpretare queste leggende a proprio piacimento, ma pochi viaggiatori, su migliaia al giorno, resistono alla tentazione del lancio della monetina nella fontana. Il che si traduce, come riferisce il sito Travel+Leisure, in circa 13.5oo euro alla settimana e circa 900.000 euro all’anno in monete raccolte.

Le monete accumulate sono così tante che ogni giorno la Caritas diocesana ha bisogno di un’ora per raccoglierle dalla fontana e per poi distribuirle ai bisognosi. L’operazione avviene alle 8 del mattino, con delle pompe, a monumento transennato e chiuso al pubblico. Le monete vengono poi portate in un laboratorio e lavate; infine vengono separate le varie valute. Grazie ad alcune ditte è possibile cambiare anche le monete e non solo le banconote e così la Caritas riesce a convertire anche rubli, dollari o yen in euro.

Se la Fontana di Trevi ha bisogno di essere svuotata dalle monete ogni giorno, ce ne sono altre, meno note, il cui bottino viene raccolto con una frequenza minore, anche a distanza di mesi. Come il lago di Bellagio a Las Vegas, che rende circa 12.000 dollari l’anno, e utilizza un sistema di pulizia molto efficiente che consiste nel creare un vuoto nel pavimento del lago per raccoglierne il contenuto. Il denaro viene poi setacciato e asciugato e pulito in una betoniera. Anche qui il ricavato va  a organizzazioni non profit, come Habitat for Humanity.
Le fontane di Disney World nel 2014 hanno raccolto 18.000 dollari, tutti donati a bambini in affido.

Gettare le monete in una fontana è una tradizione antica, che risale all’usanza, che si perde nella notte dei tempi, di lanciare monetine nei pozzi per esprimere un desiderio. Forse è per questo che pochi resistono a questo richiamo. Ad esempio, anche la fontana al Memorial dell’11 settembre a New York, nonostante il lancio delle monete sia qui proibito, ha raccolto in un anno quasi 3.000 dollari.

Fontana di Trevi, ecco a chi vanno le monete gettate in acqua e quanto...