Firenze in 3 giorni, un weekend “gigliato”

3 giorni a Firenze sono appena sufficienti per visitare il centro della città rinascimentale, e solo se si ha a disposizione un preciso itinerario da seguire scrupolosamente

3 a giorni a Firenze rappresentano un tempo sufficiente da utilizzare a pieno per scoprire una delle città più belle nel mondo intero. Tuttavia, per riuscire nella scoperta di Firenze bisogna seguire degli itinerari appositamente pensati per i turisti. Tra il mix di visite ai musei e ai tanti edifici rinascimentali, il tempo sarà sicuramente speso nel migliore dei modi. Per iniziare il primo dei 3 giorni a Firenze , bisogna partire dalla Piazza della Signoria. Quest’ultima rappresenta il cuore pulsante della città toscana e in passato è stata ospite di numerosi eventi storici.

Nei pressi della Piazza si potrebbe visitare il museo di Palazzo Vecchio. L’entrata è a pagamento, ma vale la pena vedere gli artefatti del museo per almeno una volta nella vita. Sempre vicino alla piazza si trova la Chiesa di San Michele, da visitare gratuitamente. Essa rappresenta un chiaro esempio dell’architettura ecclesiastica fiorentina. Proseguendo sulla stessa via si giunge in Piazza del Duomo. Qui i visitatori potrebbero prendere in considerazione l’idea di visitare il Battistero e il Duomo .

Il biglietto di accesso a tutti i monumenti della Piazza del Duomo costa soltanto 10 euro. Vicino al Duomo sorge l’altissimo Campanile di Giotto. Ci vuole tanta energia per salire fino in cima al campanile. Una volta su, la vista panoramica sul capoluogo della Toscana toglierà il fiato a chiunque. Sempre in Piazza del Duomo è possibile pranzare in uno dei ristoranti presenti nella zona, dopo di che conviene tornare in Piazza della Signoria e godersi prima la Galleria degli Uffizi e poi la vista sull’Arno.

Scoprendo il fiume si giunge al Ponte Vecchio, dove i turisti potrebbero acquistare qualcosa nei piccoli negozi ivi presenti. Il secondo giorno è meglio dedicarlo all’Area di San Marco. Qui è possibile vedere il celebre David di Michelangelo e il Museo di San Marco. Il pomeriggio invece è possibile arrivare a San Lorenzo, dove ammirare il famoso Palazzo Medici. L’ultimo dei 3 giorni a Firenze si potrebbe dedicarlo all’Oltrarno. Ci vorrà più di qualche ora per scoprire il Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli. Infine, sempre nella zona si potrebbe visitare la Cappella Brancacci con i suoi storici affreschi del Masaccio.

Firenze in 3 giorni, un weekend “gigliato”