È questo l’hotel più remoto del mondo ed è spettacolare

Uno chalet di lusso incastonato tra i ghiacciai dell'Alaska: l'esperienza più esclusiva e remota di sempre si vive in questo hotel e costa 25.000 dollari a notte

Chiudete gli occhi e immaginate di trovarvi in uno degli angoli più remoti del pianeta che abitiamo, tra ghiacciai e cieli tersi, tra aurora boreale e sole di mezzanotte, senza connessione dati né wifi, senza automobili e traffico. Un sogno? Sì, ma che si avvera all’interno dello Sheldon Chalet, l’hotel più remoto ed esclusivo di tutto il mondo.

Svegliarsi in mezzo al nulla, e senza preoccupazioni, circondati solo dalla natura più selvaggia e autentica: è questa l’esperienza che tutti ci meritiamo almeno una volta nella vita, e che possiamo vivere proprio all’interno di quella che è la struttura ricettiva di lusso più isolata tra quelle che conosciamo.

Incastonato tra i ghiacciai del Parco nazionale e Riserva di Denali in Alaska, e raggiungibile dagli ospiti solo in elicottero, l’hotel offre un’esperienza rilassante e rigenerante a contatto con la natura più autentica e primordiale. Pronti a partire?

Sheldon Chalet, l'hotel più remoto al mondo

Sheldon Chalet, l’hotel più remoto al mondo

Alaska: dormire tra le cime di un ghiacciaio

Lo Sheldon Chalet è stato proclamato all’unanimità come uno dei rifugi di lusso più remoti del mondo, e lo è davvero. Inserito dal Times tra le destinazioni più incredibili della Terra, l’hotel è situato sulla cima di un ghiacciaio ed è raggiungibile dagli ospiti in elicottero in circa un’ora di volo con partenza dalla cittadina di Talkeetna.

Un dettaglio, questo, che anticipa in qualche modo l’esperienza esclusiva che si andrà a vivere, una vacanza all’insegna del relax, della rigenerazione dei sensi e delle energie immersi totalmente nella natura autentica e primordiale del Parco nazionale e Riserva di Denali.

Tutto qui è curato nei minimi dettagli, del resto l’obiettivo dello chalet, che è a conduzione familiare, è proprio quello di permettere ai viaggiatori di vivere un’esperienza al di fuori dall’ordinario in mezzo al nulla, ma con lusso.

Arroccato sul picco del Ruth Glacier, a 1800 metri d’altezza, lo Sheldon Chalet non è un resort dalle grandi dimensioni. La struttura, infatti, ha solo 5 camere da letto e può ospitare fino a massimo 10 persone. Ecco perché l’esperienza è davvero esclusiva, e per riuscire a prenotare una stanza possono volerci mesi.

Sheldon Chalet, l'hotel più remoto al mondo

Sheldon Chalet, l’hotel più remoto al mondo

Vivere un sogno in mezzo al nulla

Nei dintorni non c’è niente, ma quel niente basta a sorprendere e a incantare. Perché è la natura qui a dare forma ai sogni, a mettere in scena gli spettacoli più belli del mondo. Senza telefono, smartphone, televisione e altre distrazioni, ecco che gli ospiti possono concentrarsi sulle meraviglie del mondo che abitiamo.

L’aurora boreale, per esempio, con le sue luci e i suoi colori avvolge il piccolo chalet e regala atmosfere fiabesche. E poi c’è il sole di mezzanotte nei mesi estivi che si configura come l’esperienza più romantica di sempre.

E sono tante le avventure da vivere: dalle passeggiate notturne illuminate solo dal candore della luna, all’esplorazione delle grotte di neve, dei crepacci e dei laghi. Ovviamente la caccia all’aurora boreale resta una delle attività preferite dai viaggiatori.

La bellezza fuori e il lusso dentro. I proprietari dello chalet, infatti, coccolano gli ospiti a suon di ostriche e champagne, servendo prelibatezze culinarie che si possono gustare nella sala comune dotata di ampie vetrate che permettono di osservare il panorama circostante.

Ma quanto costa vivere in questo sogno? Le tariffe partono da 25.000 dollari a notte, ma per dormire nel cuore delle montagne dell’Alaska ne vale davvero la pena. Del resto la lista di prenotazioni è sempre lunghissima.

Sheldon Chalet, l'hotel più remoto al mondo

Sheldon Chalet, l’hotel più remoto al mondo