La CNN racconta 8 splendidi borghi italiani

Sono tanti i turisti stranieri che amano l’Italia e i suoi splendidi borghi: la CNN vuole elogiarne alcuni tra i meno conosciuti, piccole perle affascinanti

Migliaia di turisti arrivano in Italia per ammirare le sue infinite bellezze, in un panorama così vario che non lascia mai a bocca asciutta: dal mare alle montagne, dalle città d’arte ai piccoli borghi dove le lancette dell’orologio sembrano essersi fermate. E sono proprio questi ultimi ad attirare sempre più gli stranieri, alla ricerca di paesaggi d’altri tempi e di buon cibo. Così, la CNN ha voluto elogiare il nostro Paese raccontando ai suoi lettori la meraviglia di 8 piccole perle meno conosciute, ma dal fascino incredibile.

I borghi italiani raccontati dalla CNN

Pace e tranquillità, panorami da cartolina, lunghe passeggiate all’aria aperta e una full immersion nell’enogastronomia locale: queste sono solo alcune delle sorprese che attendono i turisti in visita ai piccoli borghi antichi d’Italia, alcuni dei quali oggi ricevono uno splendido elogio dalla CNN. Come il suggestivo paesaggio di Castel di Tora, meraviglioso paesino dell’entroterra laziale, ottimo per una gita fuori porta dopo aver ammirato l’incantevole (ma di certo rumorosa e affollata) città di Roma. Affacciato sul lago artificiale del Turano, vanta deliziose casette in pietra e antiche locande dove gustare cibo prelibato. Del castello a cui deve il nome, invece, non resta che una torre pentagonale che svetta sul paese.

A non molta distanza, sorge il borgo di Frasso Sabino: il suo centro abitato, un graziosissimo crocevia di stradine e casette dai balconi fioriti, è dominato dall’imponente Castello Sforza Cesarini, realizzato nell’XI secolo e ancora oggi meravigliosamente conservatosi. Nel paese è possibile fare un vero e proprio viaggio indietro nel tempo, ammirando antiche tombe romane e monumenti funerari di grande pregio, come quello ospitato all’interno della Grotta dei Massacci. Durante tutto l’anno, il borgo accoglie numerose manifestazioni che attirano tantissime persone: una delle più famose è sicuramente la sfilata di moda che porta in passerella alcuni capi realizzati interamente con materiali riciclati.

Altrettanto affascinante è il paesino di Civita Castellana – molto meno conosciuto del vicino borgo di Civita di Bagnoregio, la “città che muore”, ma assolutamente da scoprire. Il suo centro storico sorge abbarbicato su un promontorio tufaceo di un incantevole color rosso, dovuto ad antiche eruzioni vulcaniche. Siamo a pochi passi dal confine con l’Umbria, nel cuore più incontaminato dell’entroterra laziale. Passeggiando tra le viuzze del borgo, è impossibile non rimanere sorpresi dalle piccole botteghe e dalle taverne che vi si affacciano, dove fare un tuffo tra i sapori locali. Ma l’occhio viene inevitabilmente catturato anche dalla maestosità della Cattedrale di Santa Maria Maggiore, con i suoi splendidi mosaici, e dal Forte San Gallo, custode delle tante testimonianze di un rigoglioso passato.

È invece nelle Marche, a pochi chilometri dal mare, che sorge il borgo di Petritoli: per lungo tempo dimenticato, è da qualche anno diventato una delle mete preferite da chi cerca una location immersa nella natura per il proprio matrimonio. E in effetti qui il panorama è suggestivo, con verdeggianti colline ricoperte di ulivi e di vigneti, campagne che si dipanano a perdita d’occhio e boschi rigogliosi. Il borgo medievale si apre davanti ai nostri occhi con un’incantevole costruzione proveniente dal passato, formata da tre archi ogivali racchiusi tra due torrioni del XV secolo. Nel suo cuore più antico, il paese regala delle istantanee da cartolina: l’imponente Torre Civica svetta verso il cielo, mentre a pochi passi si trova un delizioso capolavoro gotico-veneziano conosciuto come Palazzo Vitali.

Da nord a sud, le meraviglie d’Italia

Tantissime sono le bellezze italiane amate dai turisti stranieri, ed elencarle tutte sarebbe un’impresa immane. Da nord a sud, il nostro Paese è punteggiato di piccoli borghi dal fascino incredibile, dove poter passeggiare godendo di panorami unici al mondo e magari concedendosi una pausa per assaporare qualche specialità locale. Per chi vuole davvero vivere un’esperienza autentica, una delle tappe imperdibili è Campiglia Marittima: arroccato tra le colline toscane, ha una vista mozzafiato sulla celebre Costa degli Etruschi e sulle sue acque turchesi. Oltre alle numerose testimonianze del suo passato fortificato, il paesino vanta un parco archeominerario dove immergersi – letteralmente – nella ricchezza dei suoi terreni.

È invece in Emilia Romagna che troviamo una perla di rara bellezza: il borgo di Bobbio sembra essere rimasto fermo nei secoli, regalando immagini di un passato antichissimo. Le sue meraviglie hanno inizio già nel momento in cui ci si avvicina al paese, ammirando il suggestivo Ponte Gobbo (conosciuto anche come Ponte del Diavolo) con le sue antiche arcate in pietra che sovrastano il fiume Trebbia. Ma nel centro storico a dominare è l’aspetto spirituale, grazie all’imponente Duomo di Santa Maria Assunta, un vero capolavoro romanico risalente all’XI secolo, e all’Abbazia di San Colombano, fondato nel 614 e divenuto uno dei centri monastici più importanti d’Europa.

La CNN ci porta poi in Trentino Alto Adige, alla scoperta di un minuscolo borgo che conta poco più di 200 abitanti: stiamo parlando di Luserna, arroccato tra le Alpi in una cornice davvero magnifica, dove riecheggiano ancora le voci di un passato non troppo lontano. Nei dintorni ci sono infatti testimonianze della Prima Guerra Mondiale, tra forti e solchi lasciati dalle trincee come cicatrici che non scompariranno mai. Questa è la meta ideale per chi ama immergersi nella natura e fare attività all’aria aperta. D’estate, ci sono moltissimi sentieri dove fare trekking, per raggiungere località panoramiche in grado di mozzare il fiato. E durante la stagione invernale ci si può sbizzarrire tra sci, arrampicate ed escursioni con le ciaspole.

Infine, voliamo nella splendida e soleggiata Sicilia per ammirare il panorama di un delizioso paesino lontano dalla folla, Buccheri. Sorto all’ombra del Monte Lauro, in provincia di Siracusa, non è molto distante dal mare e dalle meravigliose spiagge che hanno reso questa regione una delle destinazioni più apprezzate sul Mediterraneo. Tuttavia, qui c’è pace e silenzio a volontà: tra le verdi campagne e i boschi rigogliosi, spuntano qua e là antiche testimonianze archeologiche che ci raccontano un passato incredibile. Particolarmente suggestive sono le rovine del castello che, un tempo, sorgeva a difesa dei suoi abitanti. Ma l’immagine più caratteristica del paese è quella delle neviere che si aprono lungo il versante del monte, squarci nella roccia utilizzati per raccogliere il ghiaccio e preparare granite.