“Quo Vado?”, l’isola del Polo Nord set del film con Checco Zalone

È a Spitsbergen, nell'arcipelago delle isole Svalbard, che Checco Zalone ha girato diverse scene di "Quo Vado?", uno dei suoi successi

Meraviglie della natura, come il sole di mezzanotte e gli incantevoli fiordi che lambiscono le sue coste, hanno reso l’isola di Spitsbergen un luogo davvero da favola. Ed è qui, nella piccola cittadina di Ny-Alesund che sorge lungo la costa nord-occidentale dell’isola, che Checco Zalone ha girato molte scene di Quo Vado?, uno dei suoi recenti successi cinematografici.

Ci troviamo nel suggestivo panorama della Norvegia, nella cornice delle bellissime isole Svalbard: questo arcipelago rappresenta non solo la regione più settentrionale dello Stato, ma anche le terre abitate site più a nord sul pianeta Terra. Immerse nel cuore del mare Glaciale Artico, le isole godono di un panorama unico al mondo, tra ghiacciai perenni e magiche aurore boreali.

Spitsbergen, la più grande dell’intero arcipelago, è anche la più occidentale e ospita numerose città permanentemente abitate. La principale è Longyearbyen, incastonata lungo un ampio fiordo che si incunea sul fianco occidentale dell’isola: negli ultimi anni sta vivendo un forte interesse turistico per via dei suoi bellissimi musei, ma soprattutto per le avventurose escursioni che offre, in un paesaggio selvaggio e incontaminato dove è possibile vivere emozioni incredibili.

Sull’isola si trovano anche diverse città fantasma, nate a cavallo tra l’800 e il ‘900 per lo sfruttamento degli importanti giacimenti minerari (in particolare di carbone) di cui le Svalbard sono ricche. Una di esse è Advent City, sorta nel 1904 sulle rive nord di un bellissimo fiordo: neanche 15 anni dopo venne abbandonata, a causa dell’esaurimento della vicina vena carbonifera, e da quel momento venne lasciata cadere in rovina.

È in questo paesaggio così aspro e ricco di sorprese che Quo Vado? ha trovato l’ambientazione perfetta per alcune delle sue riprese. Il set ha visto come location principale la città di Ny-Alesund, piccolo insediamento abitato prevalentemente da ricercatori. L’intera area ospita infatti numerose basi scientifiche di Paesi diversi, tra cui la Base Artica Dirigibile Italia: gestita dal Consiglio nazionale delle ricerche, si occupa di vari studi tra cui biologia marina, oceanografia e chimica dell’atmosfera.

Tra le sue mura, Zalone ha girato le scene che lo vedono protagonista al Polo Nord, permettendoci di scoprire l’incantevole panorama innevato di Spitsbergen. Raggiungere la cittadina di Ny-Alesund non è facilissimo: d’estate vi si può arrivare in barca, mentre d’inverno occorre affrontare un lungo viaggio in motoslitta – a meno che non si decida di usufruire del servizio aereo da Longyearbyen, a bordo di un elicottero.

Sull’isola, è possibile ammirare alcuni dei fenomeni naturali più suggestivi di sempre, come l’aurora boreale. Il sole di mezzanotte, inoltre, riscalda l’atmosfera per più di 4 mesi l’anno, tra aprile e agosto. Mentre alla fine di ottobre scende la notte polare, che porta con sé un lungo periodo di buio sino a metà febbraio.

spitsbergen

L’isola di Spitsbergen – Foto: iStock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

“Quo Vado?”, l’isola del Polo Nord set del film con ...