Le migliori gite da fare in un giorno nei dintorni di Berlino

I nostri consigli per le escursioni più belle per visitare i dintorni di Berlino. Città e paesi da scoprire in un solo giorno partendo dalla capitale tedesca

Foto di Marialuisa Urbano

Marialuisa Urbano

Giornalista specializzata in Travel

Giornalista, autrice, conduttrice radiofonica, Blogger e SMM. Ama i viaggi zaino in spalla, la vita all’aria aperta, gli animali e lo sport.

Risulta davvero molto semplice visitare i dintorni di Berlino, capitale della Germania, anche in un giorno solo. Basterà una gita di poche ore per scoprire deliziose città, paesini capaci di stupirvi o suggestivi esempi di archeologia industriale davvero inaspettati. La capitale tedesca, forte di un’ottima rete di trasporti urbani ed extraurbani, può offrire molto di più ai suoi visitatori che non il classico tour tra i suoi numerosi musei, la Porta di Brandeburgo, il Reichstag, la East Side Gallery e Checkpoint Charlie. Ecco i nostri consigli sulle migliori escursioni di un giorno da Berlino!

Dalla modernità della capitale tedesca ti lasceremo assaporare la lentezza di una vita cullata dalle onde del fiume Müggelsee a Rahnsdorf, ti faremo tornare indietro nel tempo con la suggestione del sanatorio Beelitz-Heilstätten e la sua storia ricca di curiosità, ti porteremo tra i pittoreschi vicoli di Spandau, cittadina più antica della capitale tedesca dove trascorrere una gradevole giornata.

Gita di un giorno da Berlino: il villaggio di Rahnsdorf

La prima escursione nei dintorni di Berlino che ti proponiamo è quella a Rahnsdorf. Si tratta di un antico villaggio di pescatori facilmente raggiungibile con un breve tragitto in treno, meno di 30 km dalla capitale per circa 40 minuti di percorrenza. L’ideale per una gita di un giorno. Stiamo parlado di una destinazione particolarmente indicata per chi desidera immergersi nella natura. Lo sanno bene i berlinesi, che amano rifugiarsi in questo angolo di verde per rigenerarsi. Il villaggio si è sviluppato seguendo la forma di un ferro di cavallo intorno alla sua chiesa, nel tratto in cui confluiscono il Müggelsee e lo Sprea. Il principale corso d’acqua di Berlino attraversa la città da sud-est a nord-ovest e, negli anni bui della Guerra Fredda, sostituiva la striscia di confine tra i due muri, laddove non era stato possibile costruire.

Escursione a Rahnsdorf, cosa vedere a poca distanza da Berlino

Le prime testimonianze della vita di Rahnsdorf ci riportano al 1375, con un primo insediamento che solo 100 anni dopo ottenne la prima licenza di pesca, valida ancora oggi. Durante le belle giornate estive in particolare, vi sarà possibile acquistare direttamente dai pescatori locali ddel pesce fresco, affumicato al momento. Dopo pranzo, non perdete una delle maggiori attrazioni del villaggio! Stiamo parlando del più breve giro in battello che possiate immaginare, lungo solo 36 metri. Dal molo di Rahnsdorf partono infatti due traghetti, l’F24 e l’F23. Il primo si muove ancora a remi, grazie alle braccia forti del suo conduttore, il secondo invece sfrutta l’energia solare. Entrambi vi porteranno sull’altra sponda del fiume dove potrete camminare, fare un pic-nic, andare in bicicletta o semplicemente rilassarvi e godervi il panorama e il suono delle onde sotto di voi.

Il sanatorio Beelitz-Heilstätten: gita di un giorno da Berlino

Dopo aver dedicato almeno un paio di giorni alla scoperta di Berlino, a circa 100 km dalla capitale tedesca e raggiungibile sempre comodamente in treno per una gita di poche ore, c’è l’area un tempo destinata a ricovero per le persone malate di turbercolosi, il sanatorio Beelitz-Heilstätten. Con una sola ora di viaggio si ha la possibilità di scoprire un luogo particolarmente suggestivo, che ha saputo reinventarsi unendo natura, storia e architettura di fine 800. Oggi è una zona molto frequentata, come Rahnsdorf, da chi ha voglia di ritagliarsi una giornata nel verde, camminando fino a sfiorare il cielo.

Il sanatorio sorgeva infatti all’interno di un parco forestale di circa 140 ettari, offrendo ai berlinesi affetti da tubercolosi la possibilità di alleviare le proprie pene grazie all’aria pulita del posto. Dopo la Prima Guerra Mondiale fu ampliato attraverso la costruzione di altri reparti ospedalieri e la nascita di alcuni servizi essenziali per i residenti come un forno per il pane, una sartoria e un calzolaio. In breve tempo la zona arrivò ad ospitare oltre 1.300 persone, tra pazienti e personale. Dalla fine del secondo conflitto mondiale al 1994, invece, Beelitz-Heilstätten divenne invece il più grande ospedale sovietico fuori dai confini dell’U.R.S.S.. Al crollo dell’Unione Sovietica seguirono decenni di abbandono, con conseguenze ovvie sulle strutture del sanatorio. Tutto cambiò nel 2015. Grazie ad un progetto di recupero imponente, in quell’anno è stato inaugurato un ambizioso percorso che oggi permette di camminare per oltre 300 metri sopra le cime degli alberi, a più di 20 metri di altezza, attraversando le rovine dell’antico insediamento ormai coperte dalla vegetazione. Forse non propriamente adatto a chi ha paura delle altezze e soffre di vertigini! Non perdete inoltre la salita alla torre panoramica per una vista a 360 gradi sull’area. Come detto, potete visitare l’area partendo comodamente in treno dal centro di Berlino ma il sanatorio Beelitz-Heilstätten è raggiungibile anche con la bicicletta, percorrendo la ciclabile europea R1 che collega Calais, in Francia, con San Pietroburgo.

Nei dintorni di Berlino: una camminata tra gli antichi vicoli di Spandau

Cinque anni possono sembrare nulla, se consideriamo la lunga vita e la storia delle città europee, ma non dirlo agli abitanti di Spandau: i residenti infatti vanno particolarmente orgogliosi del fatto di vivere in una cittadina sorta prima della celebrata Berlino, e di tutte le sue attrazioni. Vicinissima, a soli 30 km di distanza e mezz’ora di viaggio dal centro della capitale tedesca, Spandau è la meta ideale per una gita nei dintorni.

Questa deliziosa cittdina ti sorprenderà per la ricchezza architettonica del suo centro storico pedonalizzato e del suo corso commerciale, dove potrai passeggiare piacevolmente seguendo i consigli di un’audioguida, gratuita, disponibile presso il locale ufficio per le informazioni turistiche. La principale attrazione si trova in Piazza della Riforma, dove sorge la chiesa di San Nicola, un edificio dallo stile gotico che saprà catturare la tua attenzione grazie alle sue tre navate di mattoni. Da non perdere una visita al Museo di Storia Urbana, ospitato dall’edificio noto come Casa Gotica, frutto di un particolare processo costruttivo rintracciabile ancora oggi, e buona testimone del susseguirsi di stili che caratterizzano Spandau. La zona più antica della cittadina è il Kolk, raggiungibile in pochi minuti a piedi. Un reticolo di stretti vicoli in cui oggi sorgono pittoreschi ristoranti e locali che offrono ai visitatori una ricca e movimentata vita culturale.