I mercati storici più belli d’Italia e cosa comprare

Profumi, valori e tradizioni di un posto: la storia della città si cela dietro i banchi dei suoi mercati storici

Paese che vai, mercato che trovi: chiacchiere della gente e sorrisi, prodotti gastronomici locali e oggetti della tradizione e molto altro.

Questa la magia che si vive all’interno dei mercati storici delle città, luoghi incredibili che consentono di entrare in contatto con le persone locali, con il loro stile di vita e la loro quotidianità.

Tra questi c’è sicuramente Campo de’ fiori a Roma, oggi fulcro della movida giovanile a partire dall’ora dell’aperitivo. In realtà in questa splendida piazza della capitale dal 1869 ospita uno dei mercati, storici e folkloristici, più famosi al mondo. Qui tra bancarelle colorate è profumi caratteristici, è possibile acquistare i prodotti delle tavole romane: fave e pecorino e i famosissimi carciofi. Ma anche le puntarelle, già tagliate e “arricciate”: pronte da condire con olio EVO e filetti di acciuga. Che bontà!

campo de fiori roma

Piazza Campo de’Fiori a Roma – Fonte holgs (iStock)

A Napoli invece, attraverso i mercati rionali, è possibile conoscere la città nella sua più verace autenticità. Tra questi, c’è sicuramente da vedere, almeno una volta nella vita, quello di Porta Nolana: qui potrete acquistare abbigliamento, cianfrusaglie varie, frutta e ortaggi freschi e potrete provare il delizioso street food napoletano.

Un mercato fatto di ferro e vetro, racconta attraverso la sua architettura e i suoi prodotti la città di Livorno. Stiamo parlando del Mercato delle Vettovaglie, un luogo dove entrare a contatto con la cultura locale e fare shopping di vestiti e accessori. E se vi viene fame, non dimenticate di acquistare una schiacciata.

Mercato delle vettovaglie

Mercato delle Vettovaglie – Fonte Digitalsignal (iStock)

Tra i più bei mercati italiani, non possiamo non menzionare quello del pesce di Gaeta. A partire dal tardo pomeriggio, tutti i giorni nella zona di Porto Salvo, i pescatori mettono in vendita in delle cassette il pescato del giorno, fresco e saporito, a prezzi stracciati.

A Marsala, c’è l’antico mercato che racconta la vera essenza della città. Oltre ad acquistare pesce freschissimo, tra i banchi potrete provare le famose pagelle siciliane per uno spuntino veloce e se avete voglia di dolce, perché non provare un cannolo fatto al momento?

Tra i mercati storici più famosi d’Italia c’è il Ballarò di Palermo che si estende nel centro della città. Tra urla e chiacchiere delle persone e prelibatezze freschissime, non dimenticatevi di fare una pausa per assaggiare i piatti tipici della cucina palermitana: pane e panelle, cazzilli, polipo e quarume.

Ballarò di Palermo

Mercato Ballarò di Palermo – Fonte Quanthem (iStock)

Il Mercato Orientale a Genova è uno dei più belli di tutta Italia, complice la location dove ha sede. La struttura infatti, risalente al 1800, un tempo era destinata ad essere un convento, i lavori però non furono mai ultimati e oggi quel luogo è diventato la sede di un mercato caratteristico. Qui, non dimenticate di acquistare formaggi locali, pasta e il basilico DOP genovese.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I mercati storici più belli d’Italia e cosa comprare