Itinerario a Pafos, la dimora di Afrodite

Scopriamo le meraviglie di Pafos, la splendida località cipriota, capitale europea della cultura del 2017

Pafos è la più importante e antica città della costa occidentale dell’isola di Cipro, nota in tutto il mondo per via del celebre mito greco relativo alla nascita della dea Afrodite. Secondo l’antica leggenda infatti la dea dell’amore sarebbe nata proprio sul litorale dell’isola di Pafos, a una quarantina di chilometri dal centro cittadino, in prossimità della località di Capo Aspron, dove sorge uno scoglio, noto con il nome di petra tou Romiou,che avrebbe dato i natali ad Afrodite. L’incanto arcaico della splendida dea vive ancora oggi in questa terra e in un litorale mozzafiato, che ogni anno attrae numerosissimi visitatori.
All’epoca dell’Impero romano, la città di Pafos fu la capitale dell’isola di Cipro e il suo importante ruolo politico-amministrativo è rintracciabile negli innumerevoli reperti archeologici sparsi lungo tutto il suo territorio. Il suo grandissimo e prestigioso passato, i suoi splendidi mosaici e i siti di grandissimo interesse culturale hanno fatto in modo che nel 1980 Pafos venisse iscritta nell’elenco dei patrimoni dell’umanità dal parte dell’UNESCO. Ma non pensiate che Pafos viva unicamente sugli allori del proprio fulgido e antichissimo passato: proprio quest’anno Pafos è stata scelta come capitale europea della cultura assieme al comune danese di Aarhus.
In occasione di questo importantissimo riconoscimento, la cittadinanza ospiterà dal mese di gennaio un fittissimo e prestigioso carnet di eventi culturali volti a mettere in luce il meglio della produzione artistico-culturale locale ed europea. Il macrotema della rassegna culturale è “Linking continents, Bridging cultures”, per mezzo del quale viene illustrato l’importantissimo ruolo della città in quanto ponte tra culture. I vari spettacoli ed eventi ruotano attorno ai temi del mito, del viaggio, del teatro e del futuro.
Il territorio dell’isola di Cipro, oltre a essere caratterizzato da un paesaggio davvero mozzafiato e da un incredibile litorale, ha visto avvicendarsi una successione di civiltà, lingue e religioni diverse, che hanno contribuito a creare un patchwork storico-architettonico di altissima rilevanza nel contesto del mondo culturale del Mediterraneo. Da Cipro passarono i Greci, i Romani, i Franchi, i Bizantini, i Veneziani e gli Ottomani, e tutti lasciarono una indelebile  traccia del loro passaggio, alcuni artisticamente, altri architettonicamente, e altri ancora culturalmente.
Iniziamo quindi il nostro breve itinerario alla scoperta delle principali attrazioni dell’isola di Pafos. Uno dei più importanti monumenti di Pafos è senza dubbio la chiesa della Panagia Chrysopolitissa, edificata nel tredicesimo secolo sulle vestigia di una grande chiesa di origine bizantina. Poco distante da essa troviamola la famosissima colonna di San Paolo, alla quale, secondo la leggenda agiografica, l’importante padre della Chiesa fu legato e torturato.
Di grandissimo interesse storico e archeologico è il sito conosciuto con il nome di  “Tombe dei re”: si tratta di una vasta e affascinante necropoli del III secolo a.C., situata a qualche chilometro dal centro cittadino. Il sito archeologico ospita le sepolture dei nobili e dei funzionari di altissimo livello. Uno dei simboli della città è sicuramente il castello medievale di Pafos, risalente all’epoca bizantina, nato originariamente come roccaforte protettiva e successivamente ricostruito, smantellato e restaurato da parte dei Veneziani e degli Ottomani.
Nei pressi del porto di Pafos troviamo i resti piuttosto ben conservati di alcune splendide ville romane che recano sulle proprie pareti alcuni importantissimi mosaici, per i quali la cittadina e l’intera isola di Cipro sono note in tutto il mondo. Sono molto famosi i mosaici presenti nella splendida villa di Teseo, che raffigurano Teseo che uccide il Minotauro e la nascita di Achille, oppure quelli presenti nella villa di Orfeo, con i suoi incredibili mosaici raffiguranti le amazzoni, Ercole e il leone di Nemea e Orfeo con la sua lira. Vi segnaliamo inoltre la splendida villa di Dioniso e la notevole silloge di mosaici dedicati alla divinità del vino e dell’ebbrezza.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Itinerario a Pafos, la dimora di Afrodite