Dove si trova Istanbul: viaggio nell’antica città del Corno d’Oro

Guida di viaggio in Turchia: dove si trova Istanbul, clima e attrazioni della splendida città-ponte tra Oriente e Occidente.

Istanbul è un luogo magico, che conquista i turisti per la sua peculiarità di anello di congiunzione tra Asia ed Europa. Dove si trova Istanbul? Stretta tra Corno d’Oro, mar di Marmara e stretto del Bosforo, è il più grande centro urbano della Turchia, ma non la capitale, spostata ad Ankara solo nel 1925. I suoi “nomi” – Bisanzio, “nuova Roma”, Costantinopoli, Istanbul – raccontano di una storia millenaria fatta di incontri e di scontri tra genti, culture, tradizioni.

La primavera e l’inizio dell’autunno sono probabilmente i periodi migliori per visitare la città. Tenendo presente dove si trova Istanbul, tra il ventoso Mar Nero, i Balcani, la penisola Anatolica, e considerate le lontane influenze del Mediterraneo, il clima è un mix tra estati piuttosto calde e umide e inverni comunque freddi, dove le nevicate non sono infrequenti e le precipitazioni abbondati.

Il Corno d’Oro separa il quartiere più antico – il cuore di Bisanzio e dell’impero di Costantino – a Galata, dove si trovano il quartiere di Istanbul che i genovesi ottennero di occupare nella seconda metà del XIII secolo per portare avanti i traffici commerciali in quest’area del Mediterraneo e il più moderno quartiere di Pera. In questa guida scopriremo cosa vedere a Istanbul, da Eminönü (il distretto storico) a Beyoğlu (il distretto “moderno”, oltre il ponte sul Corno d’Oro), e cosa fare dopo aver concluso il tour delle principali attrazioni.

Il quartiere antico di Bisanzio-Costantinopoli
Iniziate la visita della città proprio dalla punta della penisola sul Corno d’Oro, nel distretto di Eminönü, dove si trova l’area di Istanbul che l’Unesco ha dichiarato patrimonio mondiale. Visitate la basilica di Santa Sofia, chiesa cristiana poi moschea e oggi complesso museale che testimonia dell’incontro-scontro di culture che ha interessato questa città nei secoli. Ammirate gli esterni e gli interni del Palazzo Topkapı costruito a metà del XV secolo dal sultano turco Maometto II il Conquistatore dopo la caduta di Costantinopoli.

Ponte di Galata e il distretto di Beyoğlu
Attraversate poi il ponte di Galata al tramonto per godere della magnifica vista sul Corno d’Oro e inoltratevi a Beyoğlu, innanzi tutto nell’antico quartiere genovese di Galata, dove si trova tra l’altro il Museo di arte moderna di Istanbul, inaugurato nel 2004; una realtà dinamica e interessante nel panorama artistico locale, che organizza anche esposizioni temporanee, eventi, attività cinematografiche negli spazi di oltre 8000 mq sulle sponde del Bosforo.

Galata, il “quartiere degli stranieri”, è una meraviglia: fate un giro tra le sue stradine irregolari, i resti delle mura e di quelli che erano edifici adibiti a ospedali, scuole, istituti religiosi; ammirate la torre medievale (torre di Galata) che svetta maestosa sugli altri edifici; visitate la chiesa di San Pietro e Paolo dov’è custodita un’antichissima icona della Vergine Odegitria. Nel distretto di Beyoğlu si trova tra l’altro il Museo dell’innocenza, voluto dal Premio Nobel per la letteratura turco Orhan Pamuk.

La tradizione del caffè turco
Nel 2013, l’Unesco ha dichiarato patrimonio immateriale dell’umanità la “cultura e tradizione del caffè turco”. A buon diritto, questa consuetudine antichissima di preparare la gustosa bevanda a partire dalla tostatura dei chicchi alla molitura e a seguire il sapiente dosaggio dell’acqua calda e fredda, l’uso dello zucchero… A questa straordinaria tradizione è dedicato un festival, l’İstanbul Coffee Festival, inaugurato di recente; per sapere dove si trova la sede di questo evento a Istanbul dovete consultare il sito web dedicato perché ha cambiato sede ogni anno. Vi trovate i professionisti dell’industria del caffè, dai produttori alle industrie di lavorazione oltre a tanti appassionati di caffè da tutta la Turchia.

Shopping al bazar di Istanbul
Se volete fare acquisti prima di ripartire alla volta di casa non perdete Kapalıçarşı, nel quartiere antico, dove si trova il Grand Bazar di Istanbul. È situato a circa meno di venti minuti a piedi dalla Basilica di Santa Sofia e dal Palazzo di Topkapi ed è una concentrazione di migliaia di negozietti brulicante di vista, dove potrete acquistare frutta secca e spezie, tappeti e tessuti, preziosi e gioielli… Poco distante dal ponte di Galata, il cosiddetto Bazar egiziano offre anch’esso un’ampia offerta di prodotti, in particolare spezie.

Dove si trova Istanbul: viaggio nell’antica città del Corno d...