Cosa vedere a Meknes: incanto d’ocra nel cuore del Marocco

Attraversare l’incantevole Meknes, una delle quattro città imperiali del Marocco. Custodisce secoli e secoli di storia, cultura e spiritualità

L’incantevole Meknes è una delle principali città del Marocco, caratterizzata da un incantevole territorio verdeggiante e da una patrimonio storico-culturale di altissimo profilo. Situata alle pendici dei monti del Medio Atlante, Meknes è circondata da colline rigogliose sulle quali vengono coltivate numerose qualità di frutta e in particolar modo olive. La città e i suoi dintorni sono infatti note come una delle più lussureggianti aree verdi della nazione.

La verde città di Meknes deriva il proprio nome da un’antica tribù berbera di nome Miknasa e con i suoi oltre seicentomila abitanti è uno dei principali centri economici, politici e culturali del Marocco. città Questo sito è inoltre la più recente delle quattro storiche e celebri città imperiali del Marocco: Fes, Marrakech, Rabat e per l’appunto Meknes, che a cavallo dei secoli XVII e XVIII fu anche capitale dell’intera nazione durante il mandato di Moulay Ismail ibn Sharif.

Meknes è un po’ più piccola e meno nota rispetto alle altre città imperiali marocchine e per questa ragione è rimasta un po’ fuori dai grandi flussi turistici: se siete pertanto alla ricerca di una meta tranquilla e rilassata ma culturalmente stimolante e dotata di un contesto paesaggistico affascinante sicuramente Meknes non vi deluderà! La città è infatti molto meno caotica di Rabat o di Marrakech, ma presenta tutti gli aspetti tipici e distintivi delle città storiche del Marocco.

La medina di Meknes, ossia il quartiere antico e storico della città, nel 1996 è stata inserita nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO: risalente all’XI secolo, la parte antica della città sorse come cittadella fortificata e nel corso dei secoli fu circondata da alte mura protettive, assumendo l’aspetto attuale, frutto di una incredibile mescolanza di stili architettonico-artistici, tra i quali è possibile riconoscere in modo assai evidente quello iberico-moresco, oltre ovviamente lo stile proprio dell’architettura islamica presente in tutto il Maghreb.

Il cuore pulsante della medina di Meknes è senza dubbio Place el-Hedim, l’incantevole e ampia piazza centrale della città, dalla quale vi consigliamo di partire per effettuare la vostra visita. A due passi dalla piazza troviamo l’imponete Mausoleo di Moulay Ismail, il quale domina la piazza d’armi di Meknes, presso la quale il celebre e potente sultano alawide Ismail compiva le sue adunate militari. Il mausoleo caratterizzato dal tipico color ocra è davvero un edificio imponente, visibile solo dall’esterno per i non musulmani, ma che certamente non potrà non catturare la vostra attenzione!

Un altro importante edificio storico che vi consigliamo di visitare è la Medersa Bou Inania, ossia la scuola coranica (nota in arabo con il nome di madrasa) di Meknes, presso la quale si è formata la gioventù della città nel corso dei secoli. La raffinatissima scuola è stata consacrata nel 1350 da Abu Inan Faris e rappresenta un esempio fulgido dello stile architettonico marocchino, con i suoi soffitti in legno, le pareti decorate con finissimi mosaici e le porte decorate con elaborate iscrizioni ornamentali. All’interno della madrasa troviamo una magnifica stanza per compiere le abluzioni e un’altra per la preghiera, nota con il nome di salat.

Nei pressi della piazza principale della medina svetta la magnifica Bab el-Mansour, una incredibile porta d’access edificata nel XVII secolo dal celebre e potentissimo sultano Moulay Ismail, il quale decise di installare a Meknes la capitale del proprio regno. Bab el-Mansur è la più maestosa delle porte imperiali del Marocco, oltre a essere senza dubbio quella meglio conservata: completata nel 1732, la porta presenta bellissime iscrizioni e incantevoli colonne di marmo, provenienti da un importantissimo sito archeologico situato a una decina di chilometri da Meknes, ossia l’area dell’antica città di Volubilis.

Vi consigliamo vivamente di visitare questo magnifico sito archeologico, il quale presenta le vestigia romane dell’antico centro urbano di Oualili, anche conosciuta con il nome di Volubilis. Si tratta di uno tra i siti meglio conservati di tutto il Marocco e tra le sue rovine è possibile riconoscere i resti di un impianto termale, di un antico foro e le vestigia di un arco di trionfo. L’area è inoltre costellata di resti di mosaici che raffigurano numerose scene tratte dalla mitologia greco-romana.

Cosa vedere a Meknes: incanto d’ocra nel cuore del Marocco