Paisley Park, la casa di Prince, diventerà un museo

Museo Prince, la dimora del cantante a Paisley Park, nel Minnesota, si trasforma in un museo commemorativo per accogliere i fan dell'amato artista

Il Museo Prince sembra essere un’indiscrezione che presto diventerà realtà. Mentre ancora si piange la scomparsa dell’artista di Minneapolis , avvenuta il 21 aprile 2016, la famiglia fa sapere che la casa del cantante sarà presto trasformata in un museo per tutti i fan. Prince viveva nella tenuta di Paisley Park a Chanhassen, nel Minnesota, dove aveva anche uno studio di registrazione.
Il cognato di Prince, Maurice Phillips, marito della sorella Tyka, rivela che l’artista era “sempre estremamente discreto, avrebbe voluto essere ricordato soltanto per la sua musica”. Probabilmente questo è il motivo della scelta del cantante di registrare in casa i propri dischi, e di fare una vita piuttosto ritirata rispetto alle luci dello showbiz, verso le quali è sempre stato abbondantemente schivo.

Tuttavia, rivela ancora Maurice Phillips al giornale The Sun, “Prince era completamente dedito ai suoi fan, il Museo Prince sarà principalmente per loro”. La tenuta verrà quindi adibita ad esposizione non solo dei luoghi di vita dell’artista, ma anche dei suoi strumenti musicali e dei suoi costumi di scena.
Anche Sheila E., la musicista afroamericana molto vicina all’artista, fa sapere all’Entertainment Tonight che Prince “collezionava oggetti e ricordi da ogni tour”, che potranno essere di interesse commemorativo per i fan.
Nella tenuta, inoltre, c’è un ambiente interamente dedicato ai premi musicali internazionali vinti da Prince, “dei quali lui non si curava affatto”, racconta Sheila E. Tuttavia, essi sono importanti per sottolineare la grandezza artistica del cantante, e sarà quindi loro dedicata una sezione speciale.

Il Museo Prince verrà organizzato su esempio di molte altre casemuseo commemorative di giganti della musica prematuramente scomparsi. La più celebre di esse è il ranch di Neverland, in California, appartenuto a Michael Jackson.
La tenuta di Prince a Paisley Park, infatti, misura 55.000 m/q, e Prince vi ha sempre ammesso i suoi fan, quindi è già ritenuta un luogo di pellegrinaggio, ed ancor più lo diventerà dopo l’apertura del museo.
Tra le sezioni più suggestive da vedere, ancora secondo le dichiarazioni di Sheila E., ci sarà quella delle foto appartenenti alla vita privata del cantante, alcune di esse molto note ma altre completamente inedite. In particolare, due pareti molto care all’artista del Minnesota, sono organizzate come una specie di galleria fotografica: da un lato sono ritratte le persone e gli artisti da quali Prince fu ispirato, mentre sulla parete opposta i cantanti o i musicisti assieme ai quali egli si è esibito.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Paisley Park, la casa di Prince, diventerà un museo