Madagascar, l’isola dei lemuri

La quarta isola più grande del mondo è una meta molto apprezzata dai turisti perché offre delle vacanze di totale relax a contatto con la natura

Il Madagascar è un lembo di terra incontaminata e lontano dal turismo di massa. Questo stato insulare dell’Oceano Indiano, al largo della costa orientale dell’Africa, è la quarta isola più grande del mondo.

Caratterizzata da un clima tropicale, da spiagge di sabbia bianca e da un mare cristallino con una spettacolare barriera corallina, questa isola è molto ricca di diverse specie animali e vegetali. Il Wwf, infatti, ha indicato il Madagascar come uno dei Paesi con il più ricco patrimonio ecologico del mondo. Qui si contano, appunto, cinquanta aree protette tra riserve e parchi naturali.

L’isola ospita il 5% delle specie animali e vegetali del mondo, l’80% delle quali sono endemiche del Madagascar, come i lemuri, le 250 specie di rane, i camaleonti e i tipici baobab. Considerato che a ogni regione climatica corrisponde un diverso tipo di vegetazione, la flora vanta più di 10.000 specie di piante e fiori.

Le caratteristiche climatiche e geografiche del Madagascar sono, infatti, quella di avere varie zone molto differenti tra loro: il centro dell’isola è un grande altopiano, la parte orientale è ricoperta da foreste pluviali, le regioni che si affacciano sul Canale di Mozambico hanno un clima più secco, che andando verso Sud diventa sempre più arido con una vegetazione composta prevalentemente da foresta spinosa e alberi di baobab.

Questa isola, che ha circa 5.000 chilometri di coste, grazie alle sue peculiarità geografiche e climatiche sta diventando una meta sempre più apprezzata dai turisti di tutto il mondo perché offre delle vacanze di assoluto relax.

Madagascar, l’isola dei lemuri