New Mexico: l’oceano di sabbia bianca in movimento che sembra un sogno

Nel cuore del bacino della Tularosa, nel New Mexico, esiste un luogo incantato e magico: un deserto di sabbia bianca e luccicante che cambia in continuazione

Esistono luoghi così belli e straordinari da non sembrare reali. Che si perdono all’orizzonte, che rubano i colori e le forme dalla natura, che inebriano i sensi, che stordiscono e incantano. E sono queste le sensazioni che si provano quando ci si ritrova al cospetto del deserto bianco del New Mexico, un oceano di sabbia le cui onde si increspano col vento creando un paesaggio che lascia senza fiato.

Ci troviamo a circa 50 chilometri da Las Cruces, al cospetto di uno dei parchi più belli, suggestivi e magici di tutta l’America. Il White Sands National Park è un parco nazionale statunitense situato nello Stato del Nuovo Messico ed è così bianco, scintillante ed etereo da sembrare un sogno.

Caratterizzato da un’immensa distesa di sabbia bianca che si perde a vista d’occhio, il Parco Nazionale delle sabbie bianche offre un panorama unico e alienante che assomiglia a un oceano di acque calme e placide mosse dal vento che determina, ogni volta, il suo paesaggio.

White Sands National Monument

White Sands National Monument

Il deserto di sabbia bianca in movimento

Il White Sands National Park si trova nel cuore del bacino della Tularosa, in New Mexico, e si snoda per una superficie di oltre 700 chilometri quadrati. La particolarità di questo deserto non è data solo dalla grande bellezza che stordisce sin dal primo sguardo, ma anche dalla composizione stessa delle sue aride dune, che lo fanno somigliare ora a un paesaggio lunare, ora a un oceano paradisiaco.

La sabbia che ricopre l’area del Parco Nazionale delle sabbie bianche, infatti, è composta da cristalli di gesso e si configura come la più grande distesa del pianeta di questo genere. Il deserto è nato durante l’ultima era glaciale, lì dove sorgeva il Lago Otero che occupava gran parte del bacino. Una volta che le sue acque si sono prosciugate, sull’area sono rimasti i residui di cristalli di gesso.

I cristalli in grani vengono spostati per tutta l’area dai venti che soffiano principalmente da sud-ovest, sono loro che permettono di creare quelle dune bianche di diverse dimensioni che contraddistinguono il paesaggio in maniera univoca. Le dune, però, non sono statiche, ma cambiano forma e si muovono sinuose, danno l’impressione a chi guarda di trovarsi davanti a un deserto in evoluzione.

White Sands National Monument

White Sands National Monument, area picnic

Visitare il White Sands National Park

Visitare il White Sands National Park è un’esperienza unica e straordinaria da fare almeno una volta nella vita. L’immensa distesa di sabbia bianca, infatti, appare agli occhi come un tappeto bianco e lucente che brilla ancora di più sotto i raggi del sole che sull’area si riflettono.

Meta imprescindibile di viaggiatori, turisti e fotografi provenienti da ogni parte del mondo, il White Sands National Park è una delle meraviglie più straordinarie da esplorare durante un viaggio tra i parchi degli Stati Uniti.

La visita al parco può essere fatta in auto, in bicicletta o in moto percorrendo la strada panoramica Dunes Drive che parte dal centro visitatori e conduce direttamente nel cuore delle dune. Lungo il tragitto è possibile fermarsi a contemplare il panorama surreale e riposarsi nelle aree di ristoro che si snodano tra il deserto. Tra le attività preferite, da grandi e bambini, c’è la discesa dalle dune in slittino.

Non mancano, ovviamente, sentieri escursionistici da percorrere a piedi. Dall’Interdune Boardwalk, la passerella in legno che sovrasta i cumuli di gesso e i fiori selvatici che fanno capolino nel bianco, ad altri percorsi panoramici più o meno intensi da attraversare in solitaria o con i ranger del parco per godere della grande bellezza di questo gioiello straordinario.

White Sands National Monument

White Sands National Monument