Tempesta solare in arrivo, allarme alla Casa Bianca: “Effetti devastanti”

Reti elettriche fuori uso, telefoni cellulari e carte di credito smagnetizzate

Una forte tempesta solare potrebbe colpire il nostro pianeta entro il 2022, con effetti devastanti sulla tecnologia e l’economia di tutto il mondo. Se l’allarme è stato lanciato nientemeno che dalla Nasa, c’è di che preoccuparsi: l’eventualità stimata che si verifichi questo evento è del 12%, una percentuale tale da far allarmare la Casa Bianca, che si sta preparando ad affrontare la possibile catastrofe.

“Dobbiamo assolutamente mettere in atto, a livello nazionale, un progetto che ci consenta di comprendere appieno il fenomeno, in ogni suo aspetto, così da poterlo affrontare. Il problema è reale, il pericolo è reale“, ha affermato come riporta il Washington Post Bill Murtagh, dell’ufficio di Scienza e Tecnologia del governo degli Stati Uniti.
Quali sarebbero le conseguenze di un’esplosione solare che colpisse la Terra? Decisamente devastanti per la nostra civiltà: il fortissimo impulso elettromagnetico metterebbe fuori uso le reti elettriche e smagnetizzerebbe telefoni cellulari e carte di credito. La National Academy of Sciences ha stimato danni per ben 2.6 trilioni di dollari solo per gli Stati Uniti.

La Casa Bianca ha preso molto sul serio l’allarme degli scienziati e sta mettendo a punto tutte le misuri possibili utili ad affrontare l’emergenza di una tempesta solare. Il piano del governo prevede di stabilire una precisa scala di misurazione di questi eventi, come per i terremoti. La nostra tecnologia tuttavia non è ancora in grado di prevedere le tempeste solari, se non con un preavviso compreso tra i 15 e i 60 minuti. Troppo pochi per correre ai ripari, cosicché gli esperti si sono messi al lavoro per creare nuovi sistemi di monitoraggio e aggiornare i satelliti.

aurora-boreale-lago-wanaka-nuova-zelanda-o-642

FOTO: La tempesta solare che ha illuminato mezzo mondo

Alcuni esperti hanno invitato i cittadini americani a procurarsi kit di emergenza contententi cibo, acqua fresca e medicine per almeno 72 ore, nel caso si verificasse la temuta catastrofe.
L’eventualità che la Terra venga colpita da un’eruzione solare non è nuova per il nostro pianeta. L’ultima tempesta di simile potenza, nota come “Evento di Carrington“, risale al 1859 e e produsse un’aurora boreale visibile in Giamaica alle Hawaii, a Cuba e a Roma. Gran parte della linea telegrafica europea e statunitense andò distrutta: oggi le conseguenze sarebbero ancora più gravi per la nostra civiltà.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tempesta solare in arrivo, allarme alla Casa Bianca: “Effetti de...