Venezia: l’arrivo dei Re Magi è uno show da ammirare a testa in su



Sulla splendida Torre dell'Orologio che scandisce il tempo nella città di Venezia, ogni anno la sfilata dei Re Magi incanta gli occhi dei cittadini e dei turisti

Situata in piazza San Marco, la Torre dell’Orologio, conosciuta anche come Torre dei Mori, è il simbolo della città lagunare, nonché arco trionfale da attraversare per raggiungere l’anima commerciale più antica di Venezia. Alla torre rinascimentale che campeggia nel centro nevralgico della Serenissima spetta il compito di scandire il tempo in maniera straordinaria.

Posizionato sulla torre, alla stregua di una gemma preziosa incastonata su un gioiello, troviamo il grande Orologio Astronomico che splende in tutta la sua bellezza con il quadrate oro e blu. Qui sono segnate le ore, i giorni, le fasi lunari e persino lo zodiaco. Rimanere a guardarlo, mente il tempo scorre sotto lo sguardo attonito, è un’esperienza di autentica bellezza.

Ed è proprio davanti a quell’orologio che ridefinisce la scena urbana di Piazza San Marco e incornicia gli attimi fugaci di una città antica e moderna in continuo movimento, che sta per succedere qualcosa di estremamente magico e suggestivo.

La sfilata dei Re Magi in piazza San Marco

In occasione dell’Epifania, infatti, i Re Magi appariranno lì, proprio sopra al quadrante delle meraviglie per mettere in scena una processione straordinaria. Per ammirare lo spettacolo i cittadini e i viaggiatori del mondo sono invitati a recarsi in Piazza San Marco alle ore 12.00 del 6 gennaio.

Con lo sguardo rivolto verso quel capolavoro d’arte e di ingegneria, è possibile osservare l’apparizione dei Re Magi preceduti dalla figura di un angelo che suona la tromba per annunciarli. Le statue, realizzante in legno, sono posizionate su una piattaforma meccanica semicircolare posta proprio sopra al quadrante e che si muove alle 12.00 in punto del giorno dell’Epifania.

In questo modo un presepe straordinario e inedito prende vita: i tre Magi, infatti, passano proprio davanti alla statua della Madonna col Bambino, per poi tornare nella torre. E lì restare per un altro anno.

La torre dell’orologio e la storia delle statue dei Re Magi

Questo spettacolo di incredibile meraviglia porta in piazza San Marco, ogni anno, migliaia di cittadini e di turisti da tantissimi anni. La storia delle statue meccaniche di legno, infatti, risale alla realizzazione stessa dell’orologio avvenuta nel 1499. L’obiettivo era quello di creare una processione in movimento che apparisse ogni giorno allo scoccare delle ore.

Tuttavia, la complessità del meccanismo e la necessità di preservare un tale capolavoro dall’usura del tempo, fece sì che la frequenza venne sempre più ridotta. Fu poi l’intervento di Bartolomeo Ferracina a garantire la salvaguardia di quella processione mistica e religiosa attraverso la realizzazione di un nuovo meccanismo.

Anche le statue dei Re Magi furono realizzate ex novo da GioBatta Alviero nel 1755, mentre successivamente furono modificate da De Lucia le porte dalle quali escono le statue e che si aprono e si chiudono automaticamente. Oggi queste sono in marmo e presentano una decorazione a motivi geometrici.

Il frutto del meticoloso lavoro dei secoli scorsi ci porta direttamente ai giorni nostri e allo spettacolo che possiamo ammirare a testa in su solo due volte l’anno. I Re Magi, infatti, escono dalla torre in occasione dell’Epifania e del giorno dell’Ascensione.

I re Magi sulla torre dell'orologio di Venezia

I Re Magi sulla Torre dell’Orologio di Venezia

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963