Alla scoperta dei luoghi di “Animali fantastici – I crimini di Grindelwald”

La misteriosa Parigi degli anni '20 ha fatto da sfondo al secondo capitolo di Animali fantastici

La saga Animali fantastici, prequel e spin-off della fortunatissima serie di film dedicati al maghetto Harry Potter, ha debuttato nel 2016 e si è arricchita due anni fa di una nuova pellicola che ha raccolto numerosi consensi tra il pubblico. Il secondo capitolo ha ottenuto grande successo, che almeno in parte possiamo attribuire alle fantastiche atmosfere evocate dalla bellissima e misteriosa Parigi.

Il film, intitolato Animali fantastici – I crimini di Grindelwald, ci catapulta in una vicenda mozzafiato assieme all’affascinante Eddie Redmayne nei panni del magizoologo Newt Scamander, ancora una volta alle prese con il mago oscuro Gellert Grindelwald. Se il precedente capolavoro cinematografico era ambientato principalmente a New York, questa volta ci troviamo dapprima nel cuore di Londra e successivamente nella splendida Parigi. Sono molti i luoghi che hanno davvero lasciato il segno nel pubblico, ma ci sono alcune curiosità molto interessanti da scoprire.

Come dicevamo, alcune riprese hanno visto come protagonista il Regno Unito. Ne sono un esempio le scene girate presso la leggendaria scuola di Hogwarts che ha reso famoso Harry Potter: la location è l’Abbazia di Lacock, splendido monastero del Wiltshire che tutti i fan del maghetto riconosceranno a prima vista. Anche la Cattedrale di St. Paul ha un ruolo di primo piano, nelle sequenze iniziali del film, mentre la casa di Newt Scamander si trova a St Mary’s Gardens, delizioso quartiere londinese.

Dopodiché, la pellicola si sposta a Parigi. Nella realtà, la maggior parte delle location francesi sono state riprodotte negli Studi Leavesden di Londra. La casa di Nicolas Flamel situata nel cuore della città, il rifugio che Albus Silente dispone per Newt durante la sua missione parigina, è stata completamente ricostruita in studio. Stessa sorte per la torre Eiffel, l’Alexander III Bridge e le Folies Bergère, comparsi in alcune occasioni nelle inquadrature più famose del film.

Il Circus Arcanus, con sede (temporanea, visto che si tratta di uno spettacolo itinerante) presso Rue Girardon, e l’enorme anfiteatro sotterraneo che vede lo scontro finale tra Grindelwald e Newt sono anch’essi ricreati magistralmente in studio, facendo attenzione ad ogni più piccolo dettaglio. E che dire del Ministero della Magia Francese? Lo splendido edificio in acciaio e vetro è ispirato a Le Grand Palais che trova spazio nei giardini degli Champs Élysées, ma ancora una volta si tratta di una location realizzata presso gli studi londinesi – incluso il suo ingresso in Place de Furstenberg.

Place Cachée ha ospitato la Diagon Alley francese, ovvero la via nascosta ai babbani dove i maghi vanno a rifornirsi. L’accesso segreto è celato in una statua di bronzo che si trova al centro della piazza. Come avrete ormai immaginato, la scena è completamente stata ricostruita in studio. È invece reale il set in cui sono state girate le riprese che si svolgono all’interno del Cimitero del Père-Lachaise, che però non ci mostrano l’originale cimitero parigino così famoso. A rappresentarlo sul grande schermo è infatti l’Highgate Cemetery, e in particolare il suggestivo Circle of Lebanon.

animali fantastici mappa

La mappa di Parigi disegnata da minalimadesign – Fonte: Instagram/minalimadesign

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Alla scoperta dei luoghi di “Animali fantastici – I crimini di...