Le Cascate Vittoria, le più spettacolori dell’Africa

Tutto quello che devi sapere per visitare le meravigliose cascate Vittoria che predono origine dal fiume Zambesi

In ogni tour in Africa, tappa immancabile sono le Cascate Vittoria. Conosciute con il nome di Mosi-oa-Tunya (il fumo che suona), queste cascate si originano dal fiume Zambesi, che fa un salto di 120 metri, a cavallo tra i confini di Zambia e Zimbabwe. Le cascate si trovano all’interno di due parchi nazionali, quello del il Parco Nazionale Mosi-oe-Tunya in Zambia e il Parco Nazionale delle cascate Vittoria in Zimbabwe. Furono scoperte nel 1855 da David Livingstone. Durante l’anno la portata delle cascate varia e ci sono periodi dove è praticamente impossibile fare rafting alternati ad altri dove le cascate quasi scompaiono.

Come si raggiungono le cascate?

Come arrivare alle Cascate Vittoria? Per prima cosa va scelto l’aeroporto più vicino, in questo caso quelli di Vittoria Falls, in Zimbabwe o quello di Livingstone in Zambia, che distano circa 40 minuti di auto dalle cascate. Un percorso alternativo è quello di arrivare passando per il Botswana, in auto. Di solito questo è il percorso scelto da chi visita anche il parco di Chobe. Ricorda però che i versanti delle cascate si trovano in due diversi paesi, quindi ti occorrerà il visto per entrambi; ti consiglio di acquistare quello cumulativo, dal costo di circa 50 dollari. Se soggiorni in zona, potrai trovare viaggi organizzati direttamente in loco dai vari alberghi.

Come si visitano le cascate?

Per entrare nel parco intorno alle Cascate Vittoria c’è un biglietto da pagare, di circa 30 dollari. Tutto il perimetro intorno alla cascata offre numerosi belvedere, da dove godersi lo spettacolo che offre la rifrazione della luce sull’acqua, che genera dei continui arcobaleni. Lo spettacolo è stupendo, ma sappi che uscirai dal parco fradicio e con nelle orecchie il suono assordante dell’acqua che fa un salto di 120 metri, il doppio delle cascate del Niagara.

Quale periodo è migliore per visitare le cascate?

Se vuoi godere dell’impeto dell’acqua, quando questa è a pieno regime, ti consiglio di programmare la tua visita nei periodi meno caldi, dove minore sarà la siccità. Ami la fotografia? Ecco, in questo caso devi andare assolutamente in una notte di luna piena. Infatti non solo in quei giorni è prevista l’apertura notturna, ma potrai osservare il Blue Rainbow, un particolare arcobaleno notturno che si crea grazie al riflesso della luce lunare sull’acqua. Nei periodi di minore portata d’acqua è invece visibile la parte inferiore della gola.

Consigli per una visita in sicurezza

Queste famose cascate in Sudafrica, sono visitate da milioni di persone, ma ci sono dei piccoli consigli da seguire, per fare una visita in tutta sicurezza. Indossare, ai piedi, delle calzature antiscivolo, indossare un k-way e soprattutto mettete cellulare e tutto ciò che si può rovinare col contatto con l’acqua, dentro una dry bag. Infatti tutta quanta l’area delle Cascate Vittoria è pervasa da una nebbiolina, formata da tantissime gocce d’acqua, che si alzano fino a 1600 metri di altezza.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le Cascate Vittoria, le più spettacolori dell’Africa