Gli incantevoli paesaggi naturali della Maremma e di Grosseto

Alla scoperta del Parco Naturale della Maremma e di Grosseto, tra meraviglie naturali e splendide architetture antiche

Meta amatissima dagli italiani (e non solo) per le loro vacanze, la Toscana ha molto da offrire. Non solo ci sono splendide località di mare: qui c’è anche una natura affascinante, che merita d’essere scoperta con escursioni a piedi o in bicicletta.

E, in quanto a mete naturali in terra toscana, un posto d’onore lo ricopre il Parco Naturale della Maremma, il primo istituito nella Regione (correva l’anno 1975) e insignito – con le sue aree di costa bellissime e intatte – del Diploma europeo delle aree protette. Con un’estensione di 9800 ettari, il Parco occupa il tratto di costa da Principina a Mare (comune di Grosseto) a Talamone (comune di Orbetello).

Visitare il Parco Naturale della Maremma significa immergersi in un panorama incantevole, dove gli scenari variano spesso e – con loro – la flora e la fauna. Laddove si trova la foce del fiume Ombrone, ad esempio, il terreno è paludoso e si possono avvistare importanti colonie di uccelli palustri; più a sud, il Sito di Interesse Regionale “Dune dell’Uccellina” (dal nome dei monti dell’Uccellina) si caratterizza invece per una fitta macchia mediterranea e per ospitare tratti di costa sabbiosa ancora autentica, preservata dall’intervento dell’uomo e dall’impatto del turismo di massa.

Ma cosa si può fare, se si decide di esplolare il Parco Naturale della Maremma? Le possibilità sono diverse. Aperto tutto l’anno e tutti i giorni della settimana, il Parco offre itinerari a piedi, in bicicletta, in canoa, a cavallo, persino in carrozza. Si può partecipare a uscite di nordic walking, oppure vivere la magia della notte lungo i suoi sentieri. Sentieri che portano alla scoperta della sua vegetazione, degli animali che qui abitano, delle testimonianze storiche che il luogo ospita (su tutte la Torre di San Rabano, o dell’Uccellina, costruita nel 1321), delle piccole calette nascoste come la baia Cala di Forno.

Parco Naturale della Maremma

Tra le città che, attorno al Parco Naturale della Maremma, meritano una visita, troviamo Grosseto. A misura d’uomo, questa città della Toscana è infatti il punto di partenza perfetto per scoprire l’entroterra e le sue meraviglie naturali. Ma anche Grosseto in sé è ricco di luoghi interessanti, a cominciare dalle architetture religiose: il Duomo (che conserva ancora le vetrate originali del Quattrocento), la Chiesa di San Francesco col suo celebre crocifisso su tavola attribuito a Duccio di Boninsegna.

E poi le mura medicee – un raro esempio di cinta muraria giunto sino ai nostri giorni -, piazza Dante Alighieri con la celebre statua dedicata a Leopoldo II detto “Il Canapone”, il Giardino dell’Archeologia, il Museo Archeologico e d’Arte della Maremma. A 8 km da Grosseto, infine, si può visitare l’area archeologica dell’antica città di Roselle, dove le civiltà Villanoviana, Etrusca e Romana si sovrappongono in modo sorprendente.

Grosseto

Gli incantevoli paesaggi naturali della Maremma e di Grosseto