Cosa fare all’Isola dei Cervi, un paradiso alle Mauritius

Escursione all'Isola dei Cervi, l'imperdibile tappa delle isole Mauritius. Mare da favola e spiagge da paradiso terrestre.

L’Isola dei Cervi è una piccola isola delle Mauritius, nell’Oceano Indiano. Collocata a sud della più piccola Ilot Mangenie si trova sul versante orientale dell’isola maggiore. L’isolotto è un piccolo paradiso terrestre all’interno di un arcipelago già di per sé unico e inimitabile, organizzare una vacanza alle isole Mauritius significa infatti scegliere una meta di eccezionale bellezza naturalistica.

L’Isola dei Cervi si chiama così per via degli animali che i portoghesi importarono nel territorio come prede delle loro battute di caccia. Oggi sulla piccola isola non sono più presenti, ma è possibile imbattersi in qualche esemplare selvatico sull’Isola di Mauritius. Questo è anche il motivo per cui il termine francese cerf è ampiamente diffuso nella toponomastica delle isole.

Le principali attrazioni dell’Isola dei Cervi sono le bianchissime spiagge di sabbia, oggetto del desiderio di milioni di turisti ogni anno. L’isola fa parte della stessa barriera corallina dell’Isola di Mauritius e condivide con l’isola maggiore molte specie endemiche, sia animali che vegetali. Le attività che si possono svolgere sull’Isola dei Cervi sono molte, oltre ad oziare sulla spiaggia di finissima sabbia bianca è possibile praticare diversi sport acquatici.

È possibile organizzare un’escursione all’Isola dei Cervi durante tutto l’anno, ma per specifiche attività è bene però prendere in considerazione i venti e le precipitazioni. Il clima alle Mauritius è di tipo tropicale, con forti venti soprattutto sulle coste orientali e inverni, da maggio a novembre, caldi e secchi. I venti alisei che soffiano sull’isola sono particolarmente apprezzati da chi pratica windsurf e kitesurf, sono moltissimi gli appassionati che scelgono queste isole per le loro vacanze sportive.

L’Isola dei Cervi si raggiunge con il battello o un motoscafo partendo dai porti orientali dell’Isola di Mauritius. Se state trascorrendo le vostre vacanze nell’arcipelago vi consigliamo di organizzare una giornata all’Isola dei Cervi, sono diverse le agenzie turistiche che propongono tour guidati e accompagnano i gruppi nelle spiagge più belle del territorio.

All’interno dell’isola si trova un grande campo da golf che ha ricevuto sui siti di viaggio ottime recensioni. La struttura del Golf Club si trova nella parte settentrionale, mentre nel resto dell’Isola dei Cervi sono stati allestiti i diversi percorsi. Allenarsi o sfidare gli amici su queste buche ha un fascino del tutto particolare, oltre ad essere immersi nella natura si gode di un panorama mozzafiato e di una vista unica sull’Oceano Indiano.

Le spiagge più belle si trovano lungo la costa settentrionale, dove la zona di sabbia bianca è molto estesa e crea un vasto spazio di relax adatto a tutti. Il bianco splendente della sabbia e il turchese cristallino dell’acqua si fondono insieme creando un mix unico di colori. Sull’Isola dei Cervi è possibile praticale lo snorkeling per vedere i coloratissimi pesci tropicali e la fauna sottomarina di Mauritius; se siete fortunati potrete incontrare le bellissime stelle marine.

A nord dell’Isola dei Cervi, a pochi metri di distanza, si trova Ilot Mangenie, un’isola privata gestita da Shangri-La’s Le Touessrok Resort, un albergo a cinque stelle che offre ai suoi ospiti sistemazioni esclusiva ricca di comfort. Oltre all’eccezionale vista sull’oceano gli ospiti del resort hanno a disposizione spiagge private, piscine, spa, campi da tennis, palestre e diversi altri servizi.

Uno dei punti di partenza delle escursioni verso l’Isola dei Cervi è il piccolo centro di Trou d’Eau Douce, un villaggio fondato dagli olandesi sulla costa est di Mauritius. Il nome “buco di acqua dolce” deriva dalla presenza di una sorgente. L’antico paese si è infatti sviluppato in questa piccola baia che gode di una posizione privilegiata e riparata dall’Oceano Indiano. Anche se negli ultimi anni la forte domanda turistica ha visto crescere gli alberghi e i residence, il paesaggio mantiene il fascino esotico che lo contraddistingue.

I lidi più belli di Trou d’Eau Douce si trovano lungo la costa che da est procede verso nord. Qui le lunghe spiagge di fine sabbia bianca sono circondate dalla folta vegetazione locale e il mare cristallino è perfetto per le immersioni e per lo snorkeling. Le più famose sono le spiagge di Palmare e di Belle Mare, ma angoli di paradiso si trovano in ogni piccola baia, soprattutto in quelle meno affollate poiché meno pubblicizzate dalle agenzie turistiche.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa fare all’Isola dei Cervi, un paradiso alle Mauritius