Cosa vedere nel borgo di Sarnico, sul Lago d’Iseo

Sarnico avvolge il visitatore con il suo fascino e la vicinanza dello splendido Lago d'Iseo: scopri tutto quello che puoi ammirare

Tra i borghi antichi e le dolci colline che lo incorniciano, il Lago d’Iseo offre un paesaggio incantato e sublime, dove il mondo sembra essersi fermato per dare il tempo a chi si affaccia sulle incantevoli sponde di immergersi nella sua bellezza fiabesca.

Uno dei borghi più belli e famosi è Sarnico, tra la provincia di Brescia e quella di Bergamo, situato sulla parte occidentale del Lago d’Iseo. Tra storia, arte e attrazioni naturalistiche, ecco cosa vedere a Sarnico, uno dei borghi più belli del Nord Italia, con riconoscimento di Bandiera Arancione del Touring Club.

Il borgo di Sarnico e la sua storia

Vista sul borgo di Sarnico

@Shutterstock

Sarnico ha una storia antichissima e i suoi primi insediamenti si collocano tra il neolitico e l’età del bronzo. Proprio in fondo al logo sono stati ritrovati i resti di un villaggio preistorico costruito su delle palafitte. Altri ritrovamenti risalgono all’epoca romana, comprese le tracce dei collegamenti viari con Bergamo e Brescia e della Val Camonica, per agevolare il commercio. Intorno all’anno 1081, ci fu la costruzione di un monastero, del quale, non rimangono più i resti. Durante il Medioevo, furono eretti castelli e torri di avvistamento. Sarnico è famosa anche per le costruzioni architettoniche in stile Liberty dei primi del Novecento.

Sarnico: cosa vedere nel centro storico

Sarnico è uno dei borghi più caratteristici intorno al Lago d’Iseo, con le sue piazze, le stradine pittoresche, il lungolago e i negozietti. Sono tante le strutture ricettive di tutte le tipologie per godervi questo paese in pieno relax. A partire da centro storico, noto con il nome di “Contrada”, Sarnico si presenta in tutto il suo splendore, con le sue viette nelle quali perdersi in una piacevole passeggiata tra architravi e portali in laterizi. La prima meta da visitare è la Pinacoteca Gianni Bellini, che ospita circa 150 opere d’arte tra il 1500 e il 1700 con sale dedicate alla scuola veneta, lombarda e bergamasca, ai ritratti, alla paesaggistica e alla scuola pittorica dell’Italia centrale.

Il museo è situato in quello che un tempo era un convento, nella parte più antica di “Palazzo Gervasoni”, un edificio del XV secolo collocato nel punto più alto del centro storico di Sarnico. Da ammirare anche la torre medievale e la rocca dei Zucchellis, costruita nel XIII secolo, della quale si conservano ancora parti della cinta muraria e della torre. Tra le altre architetture medievali, anche i resti dei castelli di Castione e dei Marenzi. Quest’ultimo comprende una torre adibita a campanile nella Chiesa di San Paolo, eretta nel 1400, con i suoi pregiati affreschi.

Continuando per il centro del borgo, catturerà la vostra attenzione, il Sagrato di Piazza SS. Redentore, dove vi apparirà la magnifica facciata della chiesa di San Marino de Tours. All’interno del borgo, in piazzetta San Paolo, degna di nota, la Torre dell’Orologio del XII secolo. A Sarnico si possono contemplare numerose costruzioni architettoniche che rappresentano importanti testimonianze di stile Liberty in Lombardia, opera dell’architetto Giuseppe Sommaruga: l’asilo Infantile (1912) in piazza SS. Redentore, Villa Surre (1912), Villa Faccanoni (1907). Quest’ultima splendida villa, che in precedenza era una piccola filanda, si trova nel parco pubblico con tutta la sua maestosa bellezza. Per gli estimatori, un vero e proprio grand tour nell’Art Nouveau nel Nord Italia.

Il Lido di Sarnico sul Lago d’Iseo

Sarnico è una località dalle rinomate bellezze paesaggistiche e sul litorale sono presenti alcuni Lidi, luoghi ideali per passare piacevoli momenti di benessere in mezzo alla natura. Potrete sperimentare Lido Fosio, Cadè, Lido Nettuno e molti altri. Il Lido di Nettuno è una meta molto amata e frequentata dai turisti, ma anche da chi vive nei dintorni. Si tratta di un vero e proprio parco comunale che si estende su un’area verde molto curata di 22.000 mq che si affaccia sul Lago d’Iseo.

Molto agile da raggiungere sia dal centro di Sarnico che dal vicino Predore, per mezzo di una pista ciclopedanale. La zona è attrezzata per ogni tipo di esigenza, per permettere a chi la attraversa di godere delle bellezze del lago con tutti i comfort. Nell’area sono presenti vari punti ristoro, con street food truck e area pic-nic con tavoli e panche, servizi igienici con accesso per disabili, campo da beach volley, campo da calcetto, area giochi, docce. Non ci sono restrizioni per i cani che possono accedere al lido, con guinzaglio.

Sarnico e le sue attrattive

A Sarnico potete anche ammirare i cantieri navali Riva noti in tutto il mondo e simbolo della eccellenza e dello splendore del made in Italy. Se amate la natura, per continuare ad esplorare le attrazioni della zona, avventuratevi per il sentiero Forcella-Molere, che si articola sulla collina che vedete dal centro storico. Tra gli eventi più interessanti del borgo, segnaliamo il Sarnico Busker, Festival Internazionale dell’Arte di Strada che si tiene a fine luglio e che richiama artisti di strada da tutto il mondo, pronti a colorare il centro storico con ogni forma di arte e performance. Il borgo di Sarnico, è un luogo tutto da esplorare, circondato dal Lago d’Iseo, con le sue bellezze naturali, per coniugare un soggiorno all’insegna del relax e della cultura.

Sarnico cosa vedere

@Shutterstock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa vedere nel borgo di Sarnico, sul Lago d’Iseo