Come organizzare al meglio le foto delle vacanze

Le foto delle vacanze sono uno dei ricordi più cari del viaggio ed è importante organizzarle nel modo più efficace: ecco alcuni consigli utili

Tutti amano scattare fotografie in vacanza: rappresentano il primo ricordo tangibile delle emozioni vissute. Eppure anche se ora ci troviamo nell’era digitale, l’importanza della catalogazione non è venuta a meno, anzi! Se prima le foto scattate erano ben selezionate e il numero era decisamente inferiore a causa dei successivi costi di sviluppo e stampa, ora invece siamo soliti scattare centinaia, se non migliaia di fotografie digitali. Il risultato è che se non si organizzano nel modo adeguato, si rischia di creare caos e di non trovare più i file desiderati.

Alcuni consigli per sistematizzare le foto

Ci sono alcuni consigli utili per organizzare tutti i file al meglio: come prima cosa è fondamentale individuare delle parole chiave o tag che siano esplicativi e utili per identificare un gruppo di foto. Un esempio potrebbe essere “visita a Parigi” oppure “itinerario Roma – Napoli”. Le foto dovrebbero essere salvate all’interno del PC, oppure in un hard disk esterno o ancora in una chiavetta USB ed è proprio all’interno del dispositivo di memoria che si devono creare le diverse cartelle, ciascuna identificata da un parola chiave specifica.

Un altro consiglio utile potrebbe essere quello di creare un fotolibro che raccolga tutte le immagini di un determinato momento: esistono diversi siti web che permettono di realizzare questi prodotti online e in pochi minuti. Questa può essere anche un’idea utile per realizzare regali personalizzati indimenticabili. Oltre al fotolibro si può realizzare anche un diario, ad esempio per raccontare in ordine cronologico un evento dall’inizio alla fine. Questa è una modalità utilizzata anche nei social network, che sono loro stessi ottimi strumenti per memorizzare e organizzare le fotografie delle vacanze.

Un altro metodo per organizzare le foto al meglio è attraverso la creazione di una mappa digitale, che evidenzia il luogo visitato e mette in rete con altri utenti la propria esperienza. Infine, è importante sottolineare la differenza che c’è tra cartella, parola chiave e raccolta, perché attraverso questa sequenza sarà possibile consultare facilmente tutti i file anche a distanza di anni. La cartella permette di raccogliere un intero gruppo di foto e può essere ad esempio nominata con “estate 2017”, la parola chiave serve per identificare anche la singola foto che dovrà essere rinominata, infine le raccolte servono per raggruppare le foto relative a un singolo evento, come può essere un compleanno, oppure una gita all’aperto.

Come organizzare al meglio le foto delle vacanze