Cosa vedere a Torremolinos, in vacanza nella Costa del Sol

Torremolinos è una delle località più gettonate della Costa del Sol: ecco una guida per trascorrere una vacanza unica tra cultura, mare e divertimento.

Nella Costa del Sol, precisamente in Andalusia, regione costiera della Spagna, si trova la piccola e attraente cittadina di Torremolinos che con i suoi 60.000 abitanti e la posizione invidiabile a pochi chilometri da Malaga è diventata un importante simbolo del turismo internazionale. Cultura, mare e tanto divertimento: ecco i tre ingredienti essenziali che l’hanno resa una delle località più gettonate della Costa del Sol.

Se avete deciso di fare un viaggio in Andalusia non potete non fare una tappa in questa città spagnola dall’atmosfera calda e multiculturale. Grazie al suo clima meraviglioso, alle sue immense spiagge e al bellissimo centro storico con i suoi palazzi antichi e i vicoli intricati, ogni anno Torremolinos attira i turisti da tutte le parti del mondo. La città inoltre, offre un interessante patrimonio artistico e culturale, bellissimi parchi e aree verdi ben attrezzate per trascorrere una giornata di relax lontano dalla calura estiva.

Per chi vuole fare un bagno nelle acque calde e cristalline, l’estate è il periodo perfetto per una vacanza a Torremolinos, tuttavia se non amate le temperature elevate, vi consigliamo di andarci in primavera, soprattutto nel mese di maggio. I turisti che arrivano dall’Italia con voli diretti in partenza dalle principali città, possono raggiungere l’aeroporto Pablo Ruiz Picasso di Malaga e da qui è possibile prendere un treno che vi condurrà a destinazione in 10 minuti circa. Per muovervi nel centro storico della città è preferibile sicuramente andare a piedi, mentre se desiderate raggiungere altre località nei dintorni non mancano gli autobus e i treni locali.

Quando si giunge a Torremolinos, ci si renderà subito conto che il suo simbolo è la famosa torre di Pimentel, nel centro storico. Alta 12 metri e realizzata in mattoni di fango, fu costruita dai Mori nel XIV secolo come torre di guardia per difendere i mulini della città dagli attacchi provenienti dal mare. Non deve quindi sorprendere che la zona divenne nota come Torre Mills e Torremolinos, in spagnolo.

Dai piedi della torre, davanti alla spiaggia del Bajondillo, attraversando una ripida scalinata che si spinge verso una lunga stradina con un’infinità di negozi di artigianato, si giunge a Casa de las Navajas. In stile neo-mozarabe e dichiarato Edificio di Interesse Storico dalla Junta de Andalucia nel 1991, la residenza fu costruita nel 1925 da Antonio Navajas, un facoltoso proprietario terriero e commerciante di canna da zucchero. In seguito a numerosi lavori di ristrutturazione, nel 2014 l’edificio è stato riaperto al pubblico. Al suo interno, la casa presenta meravigliosi decorazioni architettoniche in stile moresco, ceramiche, nicchie e diversi mobili intarsiati di grande pregio. Altra caratteristica notevole sono le due terrazze dalle quali si può godere di una magnifica vista sul lungomare di Torremolinos.

Da qui, bastano meno di cinque minuti a piedi per giungere a Calle San Miguel, sicuramente la via dello shopping più importante di Torremolinos. Interamente pedonale, la strada è punteggiata da numerosi negozi, gioiellerie, boutique alla moda e negozi di gastronomia, ma non mancano anche i ristoranti tipici in cui gustare la cucina locale. Vale la pena esplorare anche le stradine vicine a Plaza de la Costa del Sol e Plaza Nogalera, circondate da palme e magnolie, e rilassarvi sulla terrazza di un bar per sorseggiare una fresca cerveza mentre ammirate il paesaggio circostante. Se volete scoprire l’anima più autentica di questo antico borgo di pescatori, non può mancare un giro al Barrios el Calvario, il quartiere più antico e popolare di Torremolinos, caratterizzato da un intreccio di stradine strette sulle quali si affacciano case bianche immerse tra le magnolie e gli alberi di arancio.

Costeggiando il lungomare di Torremolinos – che circonda quasi interamente il litorale cittadino – ci si imbatte da un lato nel Paseo del Bajondillo, mentre all’altro lato si arriva fino a un piccolo promontorio roccioso in cui si trova il Castillo Inglès, antico castello della città, che divide il litorale in due spiagge: la Carihuela e Bajondillo. Nove chilometri di costa con acque calme e cristalline attraggono i visitatori in ogni periodo dell’anno, grazie soprattutto agli eccellenti servizi offerti dagli stabilimenti balneari.

La spiaggia di Carihuela è il tratto principale del lungomare proprio di fronte al centro di Torremolinos, mentre a Bajondillo è possibile praticare sport acquatici e noleggiare attrezzature nautiche cosi come a Playamar, famosa per le attività in barca a vela e per qualsiasi altro divertimento acquatico. Los Alamos, invece, è una spiaggia più isolata, lontana dalla frenesia della città e circondata da palme e aree verdi dove potrete trovare rifugio dal caldo del litorale.

Chi arriva fin qui non può rinunciare a una visita al Parque de La Bateria, il cuore verde della città, nella zona di Los Pinares, con il suo lago artificiale e una zona con cannoni, bunker e spazi risalenti al periodo della Guerra Civile. Se viaggiate con i bambini e volete trovare un po’ di refrigerio sappiate che a Torremolinos sono presenti ben due parchi acquatici: il Crocodile Park e il celebre Aqualand Waterpark.

Al calar della sera tutto il lungomare di Torremolinos si trasforma in una delle zone più cool della movida, con numerosi chiringuitos in cui fermarvi a sorseggiare un aperitivo, bar, ristoranti per tutti i gusti e tutte le tasche e diverse possibilità per godere delle specialità di mare andaluse. Ovviamente non mancano gli hotel e negozi di ogni tipologia per concedervi un po’ di shopping.

Cosa vedere a Torremolinos, in vacanza nella Costa del Sol