Cosa fare a Tolosa, la città rosa di Francia

Tre giorni a Tolosa: arte e cultura ai musei di Fondazione Bemberg e Les Abattoirs, natura sul Canal de Midi, tecnologia e scienza alla Cité de l’Espace.

Tolosa, uno dei maggiori insediamenti urbani del sud della Francia, capitale dell’Occitania, è la quarta città del Paese per grandezza ed è inoltre un importante centro industriale e universitario. Per apprezzarla in tutte le sue sfumature, l’ideale è percorrere le vie della città a piedi o in bicicletta. Vi godrete così al meglio i suoi meravigliosi musei, che conservano pregevoli opere del periodo romanico e gotico, residenze rinascimentali e una superba città vecchia in mattoni rosati che secondo i francesi è “rosa all’alba, rossa a mezzogiorno e color malva al crepuscolo”.

Facilmente raggiungibile dall’Italia con voli diretti in partenza da Roma e Milano e a pochi chilometri dalla Spagna, Tolosa è una città vivace e dinamica che ogni anno attira migliaia di turisti non solo per i suoi monumenti storici ma anche per le sue bellezze naturalistiche, particolarmente apprezzate dagli amanti delle attività all’aria aperta. La stagione migliore per scoprire la città è sicuramente quella estiva quando la città si anima e prende vita con profumi, colori, divertimenti e numerosi eventi.

Primo giorno – Arte, cultura, intrattenimento

Giunti a Tolosa, una delle prime cose da fare è una passeggiata tra le affascinanti stradine medioevali del centro storico, con i suoi stupendi cortili e le magnifiche dimore rinascimentali, costruite dai mercanti che nel XV secolo si arricchirono con il commercio del “Pastel”, una preziosa tintura blu. Alcuni di questi palazzi sopravvivono nella città vecchia, come l’hôtel d’Assézat, che ospita oggi la Fondazione Bemberg, un museo privato che contiene una collezione di dipinti; l’hôtel de Bernuy, affiancato da una torre ottagonale; e l’hôtel de Clary.

Le strade piene di vita del centro storico, inoltre, sono punteggiate da moltissimi bistrot e boutique, luogo di ritrovo non solo per gli abitanti di Tolosa, ma anche per la vasta comunità di studenti universitari che vive in città, oltre che per i numerosi turisti. Ideale per passeggiare, fare un po’ di shopping o sorseggiare qualcosa seduti sulla terrazza di un caffè a metà mattinata o per pranzo.

Raggiungete poi Place du Capitole, il vero e proprio cuore della città, molto animata sia di giorno che di notte, circondata da meravigliosi edifici quali il Capitole, costruito nel XVI secolo, l’antica torre degli archivi che oggi è sede dell’ufficio del turismo. Nella piazza, sotto le arcate decorate da Raymond Moretti, si trovano alcuni negozi molto belli e i caffè storici della città, come il Grand Café Albert o il Florida. Da non perdere assolutamente un giro per la Pharmacie des Arcades per acquistare caramelle, saponi e cosmetici prodotti con la famosa violetta di Tolosa.

Partendo dal centro di Tolosa, vi suggeriamo di ampliare lo sguardo con un itinerario in giro per i quartieri della città, iniziando dal Capitol St-Sernin, pieno di giovani e dall’animo decisamente latino, dove si trova la meravigliosa basilica di St-Sernin, con il suo campanile ottagonale in mattoni rosati, una delle tappe francesi del pellegrinaggio verso Santiago de Compostela, e il convento dei Giacobini, un gioiello di arte gotica con la sua bella chiesa in mattoni e il suo chiostro. Qui regna un’atmosfera goliardica grazie alla presenza di tanti studenti, con bar e piccoli ristoranti e divertimento fino alle prime luci dell’alba.

Sulle rive del fiume Garonne si trova il quartiere di Saint Cyprien, il posto adatto per chi ama trascorrere la sera nei locali e chi ha voglia di conoscere anche la vita notturna della città. Qui si può ammirare la struttura e programmare una visita dell’antico mattatoio, Les Abattoirs, ora trasformato in museo di arte contemporanea; incantevole è la sala da tè L’Hemicycl che si trova nel cortile esterno del museo. Les Carmes è invece il quartiere trendy della città, dallo spirito tradizionale e allo stesso tempo moderno, tempio dello shopping e del divertimento. Così come da non perdere assolutamente è la zona di Esquirol, che offre un’ampia scelta di bar, ristoranti e bistrot.

Secondo giorno – Natura, sport, relax

Per il vostro secondo giorno a Tolosa, vi suggeriamo una passeggiata a piedi o in bicicletta nel sentiero che corre lungo il fiume Garonne, per ammirare splendidi panorami su tutta la città. Il fiume rappresenta un ambiente molto apprezzato sia dai tolosani che dai turisti. I numerosi e pittoreschi ponti che congiungono le due rive del fiume e i sentieri che le costeggiano sono sempre affollati da coloro che amano fare jogging, mentre il fiume stesso è frequentato da chi pratica sport acquatici o ama fare escursioni in barca.

Programmate poi una gita sul Canal du Midi; le agenzie turistiche di Tolosa propongono visite guidate in battello oppure camminate lungo le sue rive. Sulle sue sponde si susseguono le peniches, le chiatte abitate che accolgono ristorantini e negozi. È l’ambiente ideale per passeggiare, fare uno spuntino in uno dei tanti bistrot che vi si affacciano o provare la lunga pista ciclabile. La sua maestosità e le sue dighe hanno valso al Canal du Midi l’iscrizione al patrimonio mondiale dell’Unesco nel 1996.

Terzo giorno – Scienza, tecnologia e… cucina

Città di arte e storia, Tolosa è anche un centro moderno e innovativo grazie al suo centro spaziale e aeronautico. Un luogo perfetto per trascorrere una giornata diversa dal solito è La Cité de l’Espace, un parco dedicato allo spazio; qui, infatti, ci sono laboratori per i bambini, un planetario e alcune giostre che simulano le esperienze degli astronauti. Nei laboratori dell’Airbus, invece, è possibile scoprire, attraverso visite guidate, la grandiosità di diversi aerei, su tutti il nuovo Airbus A380, il più grande aereo di linea al mondo. Inoltre, è possibile salire sul famoso Concorde e conoscere i segreti di una cabina di pilotaggio. È importante prenotare con anticipo perché i posti sono limitati.

Per concludere il vostro weekend a Tolosa, dedicate un po’ di tempo a gustare i sapori tipici della gastronomia locale come la cassoulette, composta da salsiccia tolosana in umido con fagioli, il foie gras ottimo su tartine abbrustolite o con salse agrodolci, i formaggi roquefort o laguiole, accompagnati da ottimi vini della regione storica della Guascogna. Tra i dolci tradizionali, da provare la tourtiere di mele e armagnac, il pavé du capitole al cioccolato fondente o il caraque pasticcino di pasta frolla al cioccolato.

Cosa fare a Tolosa, la città rosa di Francia