C’è un hotel fantasma che galleggia nelle acque della Corea

Era il primo hotel di lusso galleggiante sulla barriera corallina e il suo destino era diventare un'attrazione turistica mondiale. Ora è una nave fantasma

C’era una volta, neanche tanto tempo fa, un hotel galleggiante di lusso con un’offerta unica e straordinaria riservata agli ospiti della struttura ricettiva, la prima con vista sulla barriera corallina australiana. C’è oggi il fantasma di quell’hotel che naviga solitario nelle acque della Corea del Nord.

Forse qualcuno si ricorda ancora del Barrier Reef Floating Resort, anche se sono passati più di 30 anni dall’inaugurazione di quello che fu presentato come il primo hotel di lusso galleggiante sulla barriera corallina. Eppure a guardarlo oggi, quel resort, sembra solo un’imbarcazione abbandonata al suo destino.

Difficile immaginarlo, guardandolo nello stato in cui si trova adesso, come un’attrazione turistica di portata internazionale. Eppure la sua missione iniziale era proprio questa: un hotel a 5 stelle di 7 piani, all’interno dei quali si snodavano 200 stanze, una discoteca, bar e ristoranti. C’era anche un eliporto e un campo da tennis. C’era persino la suggestiva vista della barriera corallina, dato che Barrier Reef Floating Resort a circa 70 km dalla costa di Townsville, a nord della Sunshine Coast australiana.

Eppure sono bastati solo 365 giorni per infrangere quel sogno. Inaugurato nel 1988, il primo hotel galleggiante di lusso del mondo è stato chiuso solo dopo un anno di attività. La natura ci ha messo lo zampino e, a causa di temporali, maree e cicloni, la struttura ha iniziato a perdere consensi. Così si è scelto di farla galleggiare da un’altra parte. Destinazione: fiume Saigon a Ho Chi Minh City.

La città vietnamita accolse con entusiasmo l’arrivo di quel grandioso hotel che ribattezzò con il nome di The Floater. Il Barrier Reef Floating Resort non era più il simbolo dell’ospitalità di lusso, ma si trasformò in una meta turistica della città. Ma quella non era la fine del suo viaggio.

A seguito di diversi problemi finanziari, The Floater è stato venduto e trasportato in Corea del Nord, ma quel nuovo cambio di rotta ha segnato l’inizio della sua fine. Trasportato nella regione di Kŭmgangsan, a 210 chilometri da Pyongyang, con l’obiettivo di trasformarlo in un’attrazione turistica, l’ex Barrier Reef Floating Resort e stato abbandonato a se stesso e al suo destino.

Nonostante l’ordine di rimozione della struttura, a distanza di anni, quel che resta del primo hotel galleggiante di lusso è il fantasma di se stesso e di ciò che era destinato a essere. Lì, alla deriva della Corea del Nord.

Barrier Reef Floating Resort

Barrier Reef Floating Resort, foto scattata il 1 maggio del 1988

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

C’è un hotel fantasma che galleggia nelle acque della Corea